Covid, Bill Gates: Non torneremo alla normalità fino all’inizio del 2022

(AGENPARL) – Roma, 14 dicembre 2020 – Il fondatore e filantropo di Microsoft Bill Gates ha dichiarato domenica alla CNN che potrebbero passare 18 mesi prima che la pandemia di coronavirus non abbia un impatto sulla vita quotidiana degli americani.

Il fondatore di Microsoft Bill Gates dice ad Anderson Cooper e al dottor Sanjay Gupta della CNN che l’attuale quadro del coronavirus, sia a livello globale che negli Stati Uniti, è più cupo di quanto si sarebbe aspettato.

Jake Tapper ha chiesto: «Quando pensi che la vita tornerà coetamente a ciò che pensavamo come normale a gennaio, senza maschere, senza distacco sociale, senza altre misure protettive necessarie?».

Gates ha risposto: «Certamente, entro l’estate sarà molto più vicina alla normalità di quanto lo siamo ora, ma anche all’inizio del 2022, a meno che non aiutiamo altri paesi a sbarazzarci di questa malattia e otteniamo alti tassi di vaccinazioni nel nostro paese, il rischio di reintroduzione ci sarà e, naturalmente, l’economia globale sarà rallentata, il che danneggia economicamente l’America in modo piuttosto drammatico. Quindi avremo, a partire dall’estate, circa nove mesi in cui alcune cose come i grandi raduni pubblici saranno ancora limitate. Ma ora possiamo vedere che da qualche parte tra i 12 ei 18 mesi, abbiamo la possibilità, se lo gestiamo bene, di tornare alla normalità».