31.7 C
Rome
lunedì, Giugno 27, 2022

USA: L’indice dei prezzi alla produzione supera il record per l’intero anno del 9,7%

Must read

(AGENPARL) – Roma, 13 gennaio 2022 – Le aziende hanno visto i prezzi dei beni che vendono aumentare di un record del 9,7% nel 2021, l’aumento dei prezzi dell’intero anno più rapido registrato a partire dal 2010.

Il dipartimento del lavoro ha riferito giovedì che il suo indice dei prezzi alla produzione è aumentato di due decimi di punto percentuale a dicembre. Questo è un rallentamento da novembre, quando i prezzi sono aumentati dell’uno per cento, e ottobre, quando i prezzi sono aumentati di sei decimi di punto percentuale.

L’aumento in 12 mesi dell’inflazione dei prezzi alla produzione del 9,7% è stato anche inferiore a un aumento rivisto del 9,8% per i 12 mesi terminati a novembre. Tuttavia, il governo utilizza la variazione da dicembre a dicembre per l’aumento annuale e su tale base l’aumento del 9,7% è stato il salto annuale più veloce mai registrato, molto al di sopra dell’aumento dello 0,8% nel 2020 e dell’1,4% nel 2019.

L’indice dei prezzi alla produzione misura i prezzi dal punto di vista dei venditori, in contrasto con l’attenzione del più noto Indice dei prezzi al consumo su ciò che le famiglie pagano per i beni e i servizi che acquistano. I due indici tendono a muoversi nella stessa direzione, anche se possono divergere di volta in volta. Il PPI ha indicato una maggiore inflazione rispetto all’IPC durante la maggior parte dell’attuale impennata. I numeri dei titoli riportano i prezzi, i beni e i servizi della “domanda finale” venduti a imprese, famiglie e governi per consumo personale, investimento di capitale, uso pubblico o esportazione.

L’IPC è aumentato del 7% da dicembre 2020 a dicembre 2021, il tasso di inflazione più alto dal 1982.

L’inflazione core PPI, che esclude cibo, energia e servizi commerciali, è aumentata dello 0,4% a dicembre dopo un aumento dello 0,8% a novembre. I prezzi core sono aumentati del 6,9% da dicembre 2020.

L’indice dei beni a domanda finale è sceso dello 0,4% a dicembre, la prima diminuzione da aprile 2020. Ciò è stato guidato da un calo del 3,3% dei prezzi dell’energia e dello 0,6% dei prezzi dei generi alimentari. Escludendo cibo ed energia, i prezzi delle merci sono aumentati dello 0,5 per cento.

- Advertisement -

Correlati

- Advertisement -

Ultimi articoli