Times: Il capo dell’OMS Tedros potrebbe affrontare le accuse di genocidio

(AGENPARL) – Roma, 14 dicembre 2020 – Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, deve affrontare una richiesta di accusa per il suo presunto coinvolgimento nella direzione delle forze di sicurezza nella sua patria etiope.

Il Times of London riporta che un economista americano nominato per il Premio Nobel per la Pace, David Steinman, ha accusato il 55enne burocrate di carriera di essere uno dei tre funzionari al controllo dei servizi di sicurezza etiopi dal 2013 al 2015.

Tedros è stato ministro della salute del paese dal 2005 al 2012 e il suo ministro degli esteri fino al 2016, quando il suo fronte comunista di liberazione popolare del Tigray (TPLF) è stato il principale membro della coalizione di governo.

Gli analisti, secondo quanto riferito ,   compresi  i  funzionari del governo americano , hanno  elencato  il TPLF nel Global Terrorism Database.

Il Times dice che Steinman, un economista e attivista nominato per il premio per la pace lo scorso anno, ha presentato la denuncia alla Corte penale internazionale (CPI) dell’Aia.

Ha affermato che  Tedros «era un decisore cruciale in relazione alle azioni dei servizi di sicurezza che includevano l’uccisione, la detenzione arbitraria e la tortura di etiopi».

La denuncia ai procuratori della Corte penale internazionale arriva dopo che il mese scorso il generale Berhanu Jula, capo di stato maggiore dell’esercito etiope, ha chiesto le dimissioni del leader dell’OMS. Lo ha accusato di cercare di procurarsi armi per la  regione del  Tigray , dove l’esercito etiope sta combattendo le forze locali.

Nella sua denuncia, Steinman ha fatto riferimento a un rapporto del governo statunitense del 2016 sui diritti umani in Etiopia che ha rilevato che “le autorità civili a volte non hanno mantenuto il controllo sulle forze di sicurezza e la polizia locale nelle aree rurali e le milizie locali a volte hanno agito in modo indipendente”.

Steinman ha aggiunto che il rapporto degli Stati Uniti ha citato “altri crimini documentati”. Ha accusato Tedros di essere coinvolto nelle “intimidazioni di candidati e sostenitori dell’opposizione”, compreso “l’arresto arbitrario. . . e una lunga custodia cautelare ”.

Secondo il Times , la denuncia ha anche affermato che Tedros ha supervisionato “l’uccisione e il causare gravi danni fisici e mentali a membri delle tribù Amhara, Konso, Oromo e somale con l’intento di distruggere quelle tribù in tutto o in parte”.

Tedros ha negato le accuse e qualsiasi illecito. Di recente, il mese scorso, ha  rilasciato una dichiarazione sulla situazione attuale nel Tigray.

“Ci sono state segnalazioni che suggeriscono che mi sto schierando in questa situazione”, ha detto. “Questo non è vero e voglio dire che sono da una parte e quella è la parte della pace”.

Non è la prima volta che Tedros è al centro di controversie nella sua patria etiope.

Nell’ottobre 2017, ha nominato Robert Mugabe dello Zimbabwe un “ambasciatore di buona volontà” per aiutare a combattere le malattie non trasmissibili in Africa, provocando  indignazione  da parte di professionisti medici e gruppi per i diritti umani. All’epoca il  New York Times  notò :

Il ruolo di ambasciatore di buona volontà è in gran parte simbolico, ma i gruppi per i diritti sono stati aspri nella loro reazione al simbolismo di darlo a un uomo la cui leadership, dicono, ha portato al collasso del suo servizio sanitario e ai principali abusi dei diritti in Zimbabwe.

Alla fine, Tedros ha  revocato la  sua decisione di favorire Mugabe sulla scia delle critiche.

All’inizio di quest’anno, il presidente Donald Trump ha annunciato che gli Stati Uniti lasceranno l’OMS nel luglio 2021 dopo aver accusato Tedros di non aver fatto abbastanza per tenere la Cina a rendere conto dei tentativi iniziali di nascondere l’epidemia di coronavirus al resto del mondo.

1 COMMENT

Comments are closed.