(AGENPARL) – Roma, 18 giu 2021 – È la prima grande manifestazione nazionale dopo mesi di chiusure e divieti: domani a Roma (piazza Bocca della Verità, dalle ore 16), Matteo Salvini chiama a raccolta il suo popolo nel nome del ritorno alla vita e dei referendum sulla Giustizia. Lo slogan sarà “Prima l’Italia! Bella, libera, giusta” (hashtag #primalitalia).
Non sarà una manifestazione classica, ma un vero e proprio evento. Sul palco si alterneranno imprenditori e professionisti come il Ceo di Yamamay e Carpisa Gianluigi Cimmino o lo chef Alessandro Circiello. Porterà la sua testimonianza anche il responsabile del Movimento Imprese Ospitalità (MIO), Paolo Bianchini. Sono attesi interventi di alto profilo dal mondo dello spettacolo, del volontariato e del lavoro. L’evento sarà inaugurato dalla voce di Annalisa Minetti, presente sul palco, mentre a introdurre i vari ospiti saranno Hoara Borselli e Nicola Porro. Quest’ultimo curerà la parte sulla Giustizia, con i sei referendum proposti da Lega e Partito Radicale. Ci saranno alcune testimonianze e gli interventi- tra gli altri – di Giulia Bongiorno e Maurizio Turco.
Presenti anche ministri e governatori della Lega. Nella parte iniziale della manifestazione sono previsti i saluti del candidato sindaco di Roma Enrico Michetti e del candidato prosindaco Simonetta Matone. Salvini chiuderà l’evento. Sono attese migliaia di persone e centinaia di giornalisti, anche dall’estero. Sono state prenotate più di 3mila bottigliette d’acqua e ci sarà spazio per i gadget: 4mila palloncini, mille magliette, mille bandiere.
Gli organizzatori hanno prestato particolare attenzione a filmati e colonna sonora che accompagneranno la manifestazione per tutta la durata. Tra gli altri, è atteso un messaggio di saluto di artisti di fama internazionale.
Sul fronte politico, la manifestazione valorizzerà soprattutto il massiccio allentamento delle restrizioni. Un risultato che la Lega rivendica, mentre all’indomani dell’incontro tra Salvini e il Presidente del Consiglio Mario Draghi, la Lega ha già proposto di togliere il prima possibile l’obbligo delle mascherine all’aperto. E di riaprire discoteche e sale da ballo dal primo luglio. Non solo. Proprio in questi giorni, Salvini snocciola altri temi concreti come il rinvio delle cartelle esattoriali e il posticipo al 2022 della stangata fiscale di novembre (secondo acconto Irpef, Ires e Irap), senza dimenticare l’attivismo sul fronte esteri: il leader della Lega sta incontrando tutti gli ambasciatori in Italia dei Paesi del Nordafrica, anche per sollecitare un coordinamento su lotta al terrorismo e all’immigrazione clandestina. Proprio ieri Salvini ha avuto un colloquio di quasi un’ora con l’ex sindaco di New York Rudolph Giuliani.
L’ultima grande manifestazione di piazza risale al 4 luglio scorso, a Roma, quando il centrodestra si radunò in Piazza del Popolo contro il governo Conte-Arcuri.
Domani, il grande ritorno per un evento nazionale targato Lega.