(AGENPARL) – Roma, 09 agosto 2021 – In mezzo a uno stuolo di linee guida sui vaccini COVID-19 trasmessi da governi e aziende, c’è stata un’esplosione di tessere di vaccinazione fabbricate, secondo alcuni ricercatori.

«Mentre un segmento della popolazione cerca di evitare le nuove misure, la darknet reagisce al mercato reale e quindi la domanda genera offerte», ha affermato Dmitry Galov, ricercatore della società di sicurezza informatica Kaspersky, in un’intervista al Wall Street Journal , riferendosi alle false tessere vaccinali.

Secondo i rapporti, le carte vaccinali contraffatte che affermano di essere emesse dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) si sono moltiplicate su Amazon, eBay, Etsy e altri mercati online.

COVID-19″, per un massimo di $ 200 ciascuno. «Questo è il nostro modo di salvare quante più persone possibile dal vaccino velenoso», si legge nel messaggio del venditore, visualizzato da almeno 11.000 utenti dell’app.

Su Twitter, un utente con più di 70.000 follower ha scritto: «Mia figlia ha acquistato 2 documenti d’identità falsi online per $ 50 mentre era al college. Spedito dalla Cina. Qualcuno ha il link per le tessere vaccinali?».

Un portavoce del Dipartimento di Giustizia ha affermato che l’agenzia ha assistito a un aumento delle vendite di false tessere per vaccini.

«Anche se non abbiamo numeri definitivi, stiamo assistendo recentemente a questi tipi di schemi», ha detto al giornale un portavoce del Dipartimento di Giustizia.

Benjamin Mason Meier, professore di politica sanitaria globale presso l’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill, ha affermato che sarà difficile per alcune aziende o istituzioni verificare se una carta CDC è reale. Ad esempio, i funzionari di New York la scorsa settimana hanno annunciato che richiederà a ristoranti, caffè, bar, teatri e palestre di verificare se un cliente è vaccinato prima di entrare, ma non è chiaro come una piccola impresa possa applicare tale regola e verificare se la carta CDC è reale o è falsa.

«Gli Stati Uniti, a differenza della maggior parte dei paesi che dispongono di sistemi elettronici, stanno basando la loro vaccinazione su una fragile carta di carta», ha affermato. «Ci devono essere politiche in atto per la responsabilità per assicurarsi che ogni studente operi nell’interesse collettivo dell’intero campus», ha detto delle università.

I passaporti dei vaccini sono stati segnalati da gruppi per le libertà civili e da alcuni repubblicani come un affronto alla libertà individuale, creando un sistema basato sulle caste di persone vaccinate e non vaccinate. Alcuni stati come la Florida si sono mossi per vietare l’uso dei passaporti dei vaccini.

In Francia, dopo che il parlamento del paese ha approvato una legge che richiede un pass per entrare in determinate attività commerciali, decine di migliaia di manifestazioni scesi in piazza per diversi fine settimana consecutivi. Si stima che circa 250.000 persone abbiano protestato lo scorso fine settimana a Parigi, Tolosa e in altre città contro i passaporti dei vaccini dopo che la corte suprema francese ha stabilito che la maggior parte della legge sui pass sanitari era costituzionale.

Nel frattempo, lo scorso fine settimana ci sono state proteste sporadiche in alcune città degli Stati Uniti, inclusa la capitale del Michigan, Lansing. Secondo quanto riferito, le proteste sono pianificate anche a New York City sui mandati dei vaccini.