Home » IRAN, PROVE TECNICHE DI EFFETTI TEATRALI SU UNA FINTA PORTAEREI?
Agenparl Italia Editoriale Facebook Politica Estera Social Network Top News Twitter

IRAN, PROVE TECNICHE DI EFFETTI TEATRALI SU UNA FINTA PORTAEREI?

(AGENPARL) – Roma 09 gennaio 2020 – Le crescenti manifestazioni di forza iraniane potrebbero questa volta essere davvero “teatrali” con tanto di effetti speciali come nel film Now you see me.

Chissà se vedremo a degli effetti spettacolari ricchi di illusioni, esibizioni e magia con tanti di trucchi e colpi di scena come nel citato film.

Un’illusione potrebbe essere ad esempio quella di distruggere una finta portaerei, finta perchè è una chiatta trasformata ad hoc. L’illusione dell’attacco era in cantiere da molto tempo e sarebbe dovuta avvenire in primavera ma l’uccisione del generale iraniano e la crisi tra gli Usa e l’Iran potrebbe aver accelerato i tempi.

La finta portaerei era stata già utilizzata l’ultima volta nel 2015 in occasione di un’esercitazione navale. Dopo di che la chiatta era stata portata in cantiere per le riparazioni.

La messa in scena di un attacco alla falsa portaerei avrà solo un valore di propaganda e quindi estetico delle forze iraniane. Servirà  anche a testare le loro armi contro tali obiettivi.

La scenografia dell’attacco potrebbe prevedere missili da crociera e da piccole imbarcazioni. Nel primo caso bisogna essere davvero bravi a centrare il finto bersaglio perchè l’unico risultato sarà quello di avere incendi a bordo e non l’affondamento della chiatta-portaerei.

Ma il canovaccio dell’attacco potrebbe anche prevedere un attacco aereo che sarebbe sicuramente più scenografico ancora, magari con l’ausilio di droni che faranno parte dell’esercitazione.

Anche la Cina ha simulato un attacco del genere per testare e migliorare la tecnologia dei suoi missili.

Nel frattempo gli USA non hanno bisogno di testare alcunché ne tanto meno di costruire chiatte trasformate in portaerei per valutare le sue capacità militari.

L’esercito americano deve continuare a prepararsi contro attacchi sempre più sofisticati, quali ad esempio il coordinamento tra droni, piccole imbarcazioni e missili da crociera.

L’Iran ha mostrato le capacità di saperlo fare, ma non hanno i missili da crociera più sofisticati al mondo.

Anche se è vero che ne hanno di buoni e quelli combinati ai droni e sistemi da guerra elettronici combinati tra loro potrebbero riuscire a “bucare” con qualche missile le difese aerei statunitensi. Potrebbero. Ma certamente non affonderanno mai una nave come una portaerei anche se certamente potrebbero causare danni e vittime.

E ciò sarebbe un grande successo per la propaganda iraniana.

Related posts

UN CASO SOSPETTO DI CORONAVIRUS RICOVERATO AL SAN JACOPO A PISTOIA

MOMS PANEL MONDAY: STAR WARS: GALAXY’S EDGE PLANT-BASED MEAL OPTIONS AND BEYOND

Redazione

DAILY BRIEFING JANUARY 28 2020

Redazione

GASTOS DE TURISTAS ESTRANGEIROS NO BRASIL CRESCERAM EM DEZEMBRO

Redazione

YEMEN – ESCALATION OF VIOLENCE: MINISTER FOR THE MIDDLE EAST STATEMENT

Redazione

PROVINCIAL GROWTH FUND SUPPORTS WAIKATO YOUTH INTO CONSTRUCTIONPROVINCIAL GROWTH FUND SUPPORTS WAIKATO YOUTH INTO CONSTRUCTION TWO PROJECTS FOCUSSED ON SUPPORTING WAIKATO YOUTH INTO THE CONSTRUCTION INDUSTRY HAVE BEEN GIVEN COMBINED FUNDING OF JUST OVE

Redazione

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More