(AGENPARL) – Roma, 22 giugno 2020 – Un’altra compagnia petrolifera cinese è fallita a causa delle ricadute economiche del coronavirus.

La Hilong Holding Ltd., una società di attrezzature e servizi petroliferi, è diventata inadempiente lunedì, quando non è riuscita a rimborsare un’obbligazione da $ 165 milioni di dollari USA.

La società aveva cercato di cambiare il debito con nuovo debito, ma non è riuscita a ottenere un sostegno sufficiente agli investitori.

«Come precedentemente annunciato, senza una conclusione dell’Offerta di cambio, la Società non è e non disporrà di mezzi finanziari alternativi disponibili per rimborsare le obbligazioni esistenti alla scadenza», che era il 22 giugno, ha dichiarato la società.

Hilong Holding sta attualmente valutando l’impatto del default sull’altro debito, ha affermato.

All’inizio di questo mese, Fitch Rating aveva declassato il rating a lungo termine di Hilong Holding a CC da B a causa dell’alto rischio di rifinanziamento correlato alle obbligazioni senior non garantite da US $ 165 milioni del 7,25% in scadenza il 22 giugno.

Secondo Fitch, i prezzi bassi del petrolio possono comportare un deterioramento a più lungo termine delle linee di credito di Hilong Holding a seguito del calo delle vendite e della contrazione dei margini di guadagno.

I prezzi bassi del petrolio e il rallentamento economico della pandemia di COVID-19 hanno colpito le finanze delle società cinesi, comprese quelle dell’industria petrolifera, e le insolvenze nel suo cosiddetto mercato obbligazionario offshore sono accelerate negli ultimi mesi.

Il mese scorso, la società di esplorazione petrolifera quotata a Hong Kong MIE Holdings Corporation è venuta meno a un’obbligazione in dollari, diventando la prima vittima del settore petrolifero nel mercato obbligazionario offshore cinese.

Anche la raffineria di petrolio indipendente Shandong Qingyuan Group non è riuscita a pagare una rata principale di un prestito da 1 miliardo di dollari.