Agenparl
Image default
Home » GAS – COMUNICATO STAMPA FEDERCONSUMATORI

GAS – COMUNICATO STAMPA FEDERCONSUMATORI

(AGENPARL) – mer 16 settembre 2020 16 Settembre 2020
Gas: necessario ed urgente un intervento del Mise e di ARERA per regolare la fornitura di gas in Sardegna. No a discriminazioni nel servizio, nell’accesso o nel prezzo.
L’art. 60 del c.d. Decreto Semplificazioni si pone l’obiettivo “di realizzare il  rilancio  delle  attività produttive nella regione Sardegna, garantendo  l’approvvigionamento  di  energia all’isola a prezzi sostenibili  e  in  linea  con  quelli  del  resto d’Italia, assicurando al contempo la compatibilità con l’ambiente  e l’attuazione  degli  obiettivi  del  PNIEC,  in  tema   di   rilancio industriale, di decarbonizzazione dei consumi e di  phase  out  delle centrali a carbone presenti nella regione  Sardegna “.
Di fatto però, nella versione approvata con la legge 11 settembre 2020 si regola soltanto la fornitura di gas naturale mediante navi spola dall’Italia continentale fino ai terminali di rigassificazione posti nell’isola.
Rimangono invece non regolate tutte le attività interne all’Isola (contrariamente a quanto accade nelle altre regioni), creando un pericoloso vuoto normativo e dando luogo a situazioni differenti in Sardegna rispetto al resto d’Italia.
Tale situazione penalizza lo sviluppo industriale ed economico della regione e peserà su tutti i consumatori sardi privandoli della possibilità di avere prezzi del gas paragonabili a quelli del resto dell’Italia.
Una discriminazione inaccettabile, sulla quale chiediamo al Mise e all’Autorità per l’energia di intervenire urgentemente. Nel dettaglio è fondamentale definire gli elementi da ricomprendere nella rete di trasporto nazionale interna alla regione, esplicitando tutte le infrastrutture che si rendono necessarie per l’utilizzo del gas naturale sull’isola. Lo chiedono i cittadini sardi che rischiano altrimenti di essere trattati differentemente dal resto degli italiani.
In particolare, al fine di consentire ai cittadini e alle imprese sarde di beneficiare in tempi rapidi di questo combustibile dagli indubbi vantaggi ambientali, di costo e sicurezza, chiediamo che venga regolato anche il sistema di trasporto interno del gas su gomma, in linea con quanto raccomandato dall’ARERA e dallo studio RSE.
Tutte le infrastrutture che verranno individuate dovranno essere regolate da ARERA, anche prevedendo un regime transitorio, secondo principi di accessibilità e non discriminazione, definendo le regole tariffarie e disciplinando le condizioni di accesso che garantiscano ai consumatori sardi benefici di prezzo pari a quelli delle altre regioni italiane. È necessario replicare lo schema del continente anche in Sardegna anche per favorire ulteriori investimenti necessari a sostenere l’economia locale.
Chiediamo anche un intervento all’Antitrust affinché solleciti la definizione di regole chiare e trasparenti per i consumatori sardi che hanno contribuito a finanziare negli anni le reti italiane e che oggi si vedono negato un loro diritto.

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More