Browsing: Lettere al direttore

(AGENPARL) – Roma, 23 luglio 2022 – Gentile Direttore,anzitutto La ringraziamo per lo spazio che vorrà dedicarci. A scriverle sono i condomini del “Parco Bellavista”, scala B, di viale Alessandro Manzoni a Campobasso. Chiediamo la Sua attenzione perché le autorità locali, in particolare il Comune di Campobasso, ci ignora quasi come se non fossimo cittadini nel pieno dei loro diritti che pagano regolarmente le tasse. La questione è assai semplice.La strada su cui è situato il nostro condominio è senza luce.Lei si chiederà: è colpa di un guasto? Mancano i pali elettrici? L’impianto non c’è?Nulla di tutto questo.La strada è…

Leggi tutto

(AGENPARL) – Roma, 18 luglio 2022- gentili lettori, innanzitutto mi presento per chi non mi conoscesse: sono il Dirigente dell’Ufficio Istruzione del Consolato generale d’Italia a Mosca e rappresento le Istituzioni diplomatiche italiane in Russia nel settore istruzione e didattica.Ciò premesso, diventa a tutti chiaro quanto questa denuncia anonima mi coinvolga professionalmente e, per chi mi conosce, quanto dolore e, soprattutto, sdegno mi diano le volgarità, le bassezze e le insinuazioni di cui è farcito tale scritto.Ferma restando la mia valutazione di una eventuale denuncia nei confronti di un direttore di testata giornalistica che pubblica uno scritto anonimo senza consultare…

Leggi tutto

(AGENPARL) – Riceviamo e pubblichiamo una lettera di alcuni genitori della scuola italiana Italo Calvino di Mosca. La “Italo Calvino” è l’unica scuola italiana operante a Mosca (e in tutta la Federazione Russa). Si tratta di una scuola non statale, che da quasi mezzo secolo svolge un’importante funzione a beneficio sia di famiglie della comunità italiana di Mosca, che di famiglie russe che apprezzano i contenuti e i metodi del sistema scolastico italiano. Essa copre tutti i gradi di tale sistema, dalla materna al liceo, e da ormai parecchi anni ha ottenuto la qualifica di scuola paritaria.…

Leggi tutto

(AGENPARL) – Roma, 29 aprile 2022 – Lettera al direttore arrivata da Francesco Serina.” Dicono che noi qui in Russia siamo sotto dittatura! Dicono che qui l’informazione è limitata e di stato, ma noi possiamo vedere tutti i telegiornali, vedere le notizie su internet. Possiamo sentire i commenti europei e persino i telegiornali americani e visto che molti capiscono l’inglese, capire anche le fesserie che molti dicono, oltre a pochi che dicono le cose come stanno. I network Europei hanno oscurato in Russia i propri canali. In Italia (ma azzardo anche all’estero) i Giornalisti (quelli con la G maiuscola iniziale)…

Leggi tutto