29.6 C
Rome
giovedì, Giugno 30, 2022

Usa, Il Nasdaq vuole richiedere quote di diversità di identità razziale e sessuale per i consigli di amministrazione. Il Presidente della SEC Jay Clayton nominato da Trump lascerà l’incarico a fine anno

Must read

Usa, Il Nasdaq vuole richiedere quote di diversità di identità razziale e sessuale per i consigli di amministrazione

(AGENPARL) – Roma, 01 dicembre 2020 – Il Nasdaq vuole richiedere alle società quotate di includere nei loro consigli di amministrazione almeno una donna e una persona di una minoranza razziale sotto rappresentata o qualcuno che sia lesbico, gay, bisessuale, transgender, queer di genere o si identifichi con la miriade di identità sessuali che gli attivisti includono sotto la rubrica “LGBTQ +”.

Il Nasdaq, la seconda più grande borsa valori statunitense, ha presentato una proposta alla Securities and Exchange Commission che impone alle società quotate di avere un minimo di due “amministratori diversi”, incluso uno che «si identifica come donna e uno che si auto identifica come minoranza sotto rappresentata o LGBTQ +».

La pratica di richiedere una quota per gli orientamenti sessuali preferiti e i gruppi razziali potrebbe andare in conflitto con le leggi statunitensi che vietano la discriminazione basata sulla razza e sul sesso.

Le nuove regole di quotazione richiederebbero a tutte le società quotate nella  borsa statunitense del Nasdaq di  divulgare pubblicamente statistiche sulla diversità coerenti e trasparenti relative al proprio consiglio di amministrazione.

Le aziende che non raggiungono la quota sarebbero costrette a spiegare perché non hanno amministratori con le identità razziali e sessuali preferite.

Se la proposta viene approvata dalla SEC, le società quotate al Nasdaq saranno tenute a divulgare le statistiche sulla diversità del consiglio entro un anno. Il presidente della SEC nominato da Trump Jay Clayton ha detto che lascerà l’incarico alla fine dell’anno, il che probabilmente significherebbe che Joe Biden nominerà il prossimo capo della commissione.

Il Nasdaq ha affermato che a tutte le società sarà richiesto di avere almeno un direttore “diverso” entro due anni. I tempi per soddisfare il requisito per il secondo direttore della diversità preferito variano a seconda del “livello di mercato” delle società.

Un funzionario del Nasdaq ha descritto i nuovi requisiti e le quote di diversità come “un’opportunità per fare progressi”.

“Questa proposta e partnership offre alle aziende l’opportunità di compiere progressi verso una maggiore rappresentanza delle donne, delle minoranze sotto rappresentate e della comunità LGBTQ + nei loro consigli”, ha affermato Nelson Griggs, presidente del Nasdaq Stock Exchange.

- Advertisement -

Correlati

- Advertisement -

Ultimi articoli