(AGENPARL) Roma, 26 Dicembre – Storica approvazione nel Consiglio Regionale della Campania del finanziamento triennale (art.1, comma 8 del maxiemendamento “disposizioni per la per formazione del bilancio di previsione finanziario per il triennio 2020 – 2022) relativo alla dotazione di tutte le Centrali Operative 118 della regione Campania dei dispositivi di geolocalizzazione satellitare. Ad annunciarlo il Presidente Nazionale della SIS 118, Mario Balzanelli che in una nota alla stampa dichiara: ” si tratta di una svolta determinante di qualità nella organizzazione e nella gestione dei Sistemi 118 di tutto il Paese, che permetterà alle Centrali Operative 118 della Campania, indipendentemente dall’introduzione del numero unico europeo per l’emergenza 112, ben lungi dall’essere implementato in tutte le regioni del nostro Paese, di gelocalizzare immediatamente il chiamante, permettendo così di attivare il soccorso sanitario potenzialmente salvavita in modo mirato, senza alcuna perdita di tempo, in modo da fare il più possibile la differenza, nei casi di maggiore gravità clinica, tra la vita e la morte.

La dotazione delle centrali operative 118 dei dispositivi di geolocalizzazione è peraltro obbligatoria, per legge, sin dal 2009 (Decreto 12/11/2009, n. 43535 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 30 del 6 febbraio 2010) e, come ebbi modo di ribadire – con lettera aperta – al Presidente del Consiglio Conte ed al ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli il 12 settembre 2019, questo dettato legislativo è stato completamente, ed inspiegabilmente, disatteso per 10 lunghissimi anni da tutti i livelli regionali competenti.

Come presidente della SIS 118  ritengo, quindi, indispensabile ringraziare il Consiglio Regionale della Campania, per la grande lucidità e determinazione, che risponde in modo drastico al dramma di Simon Gautier, il turista francese morto questa estate dopo essere precipitato in una scarpata del Cilento, il cui corpo fu trovato dai soccorritori, in avanzato stato di decomposizione, ben 9 giorni dopo l’evento, e particolarmente l’on. Valeria Ciarambino, presidente della Commissione Trasparenza e Capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, per aver portato avanti, con pieno successo, questa fondamentale “battaglia di civiltà” che auspico, sulla base di questo esempio virtuoso, si estenda, con massima urgenza, alle altre regioni del Paese”.