REGGIO CALABRIA “Realizzare il Ponte sullo Stretto non è una necessità locale, è un dovere europeo, italiano”. Lo ha detto a Villa San Giovanni (RC) il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, nel corso dell’iniziativa ‘Progetti per il Sud e Ponte sullo Stretto’, a cui hanno partecipato numerosi parlamentari, esperti, amministratori e rappresentanti delle associazioni. “Non si tratta – ha proseguito Spirlì – del ponte di Reggio o di Messina, questo è un ponte d’Europa, che collega i primi due territori del Vecchio continente per chi arriva dal mondo nuovo, l’Asia. Oggi si entra in Europa dal Canale di Suez e le prime terre che si incontrano sono proprio la Calabria e la Sicilia”.  “Come si può non collegare l’ingresso di casa al resto dell’appartamento? Questa separazione – ha detto ancora il presidente della Regione – è una ferita che va sanata. Il Sud chiede considerazione. Questo non è un piccolo ponte tra due regioni italiane: è il biglietto da visita che l’Europa deve presentare al mondo”. (News&Com)