(AGENPARL) – Taormina, 28 febbraio 2020 – Tanti sacrifici, generazioni di coraggioso ed impegnativo lavoro per vederlo vanificato da un’esagerata interpretazione di una brutta influenza. Se pur da attenzionare con la massima prudenza, non si può rovinare la splendida Taormina. Noi, imprenditori turistici e non, siamo davvero preoccupati. Qui abbiamo la storia, la cultura, il sole, la grande bellezza del Mediterraneo. Non accettiamo di essere considerati abitanti di una terra impestata da un pericoloso virus.

Lo dichiara Maria Rita Sabato, imprenditrice, all’Agenparl.