(AGENPARL) – Roma, 22 settembre 2021 – Il consiglio di amministrazione dell’istruzione superiore del Mississippi ha votato per vietare alle università pubbliche dello stato di richiedere il vaccino COVID-19 per studenti, docenti e personale.

In una riunione del 17 settembre, il Consiglio di fondazione delle istituzioni di istruzione superiore del Mississippi ha votato 8-1 per vietare il vaccino come condizione per l’iscrizione o l’occupazione, tranne che presso il Centro medico dell’Università del Mississippi e altre strutture cliniche.

In una precedente riunione ad agosto, il consiglio di amministrazione ha approvato una mozione secondo cui il DIU non richiederebbe la vaccinazione COVID-19 per studenti e dipendenti delle università pubbliche del Mississippi. Ma la formulazione di quella mozione, che affermava che “non imporremmo alcun obbligo alle università di imporre la vaccinazione”, ha portato alla domanda se le singole istituzioni fossero ancora autorizzate a emettere i propri mandati di vaccinazione.

Il voto più recente del consiglio del college, secondo il portavoce del DIU Caron Blanton, aveva lo scopo di chiarire la posizione del consiglio sui mandati del vaccino contro il COVID-19. Anche la mozione della riunione di agosto è stata revocata per evitare confusione.

In una dichiarazione al sito di notizie sull’istruzione Higher News Dive , Blanton ha osservato che il dipartimento della salute dello stato incoraggia a vaccinarsi studenti, docenti e personale, ma non suggerisce che i college dovrebbero implementare i mandati di vaccinazione.

“Le università del nostro sistema continuano a lavorare molto duramente per incoraggiare, incentivare e consentire ai membri delle comunità del campus di ottenere il vaccino e stanno avendo un successo maggiore nelle vaccinazioni rispetto allo stato del Mississippi in generale”, ha affermato Blanton.

La decisione del consiglio del college arriva quando il governatore del Mississippi Tate Reeves ha affermato che il suo stato è pronto a citare in giudizio il presidente Joe Biden per bloccare gli sforzi del governo federale di imporre vaccini per le aziende con oltre 100 dipendenti.

La nuova regola, che è ancora in fase di sviluppo, richiederà che “tutti i datori di lavoro con 100 o più dipendenti assicurino che la loro forza lavoro sia completamente vaccinata o richiedano a tutti i lavoratori che rimangono non vaccinati di produrre un risultato del test negativo almeno su base settimanale prima di venire a opera.” Si prevede che colpirà più di 80 milioni di lavoratori nel settore privato.

“La legislatura del Mississippi ha emanato leggi per molti anni in materia di vaccini di molti tipi. È unico per i bambini e la loro capacità di frequentare le nostre scuole pubbliche. Non sono i vaccini obbligatori sul posto di lavoro”, ha detto Reeves durante un’intervista con la CNN. “Questo è un attacco del presidente agli americani laboriosi e ai lavoratori del Mississippi che vuole sce

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here