Agenparl
Image default

USA, L’AMMINISTRAZIONE BIDEN CITATA IN GIUDIZIO PER BLOCCO DEL PETROLIO E LEASING DI GAS SU TERRE FEDERALI. VIOLA IL MINERAL LEASING ACT, IL NATIONAL ENVIRONMENTAL POLICY ACT E IL FEDERAL LANDS POLICY AND MANAGEMENT ACT

(AGENPARL) – Roma, 28 gennaio 2021 –

L’amministrazione Biden è stata citata in giudizio il 27 gennaio per il suo ordine esecutivo di interrompere l’affitto di petrolio e gas su terre e acque federali.

La causa ( pdf ) è stata intentata presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti nel Wyoming dalla Western Energy Alliance, un gruppo che rappresenta i produttori di combustibili fossili nelle terre federali. Dicono che il presidente Joe Biden ha superato la sua autorità con il recente ordine.

“La legge è chiara. I presidenti non hanno l’autorità per vietare l’affitto su terreni pubblici. Tutti gli americani possiedono il petrolio e il gas naturale sotto i terreni pubblici, e il Congresso ha ordinato loro di svilupparsi responsabilmente per loro conto ”, ha detto il presidente dell’Alleanza Kathleen Sgamma in una dichiarazione, secondo il Washington Times. “Prosciugare i nuovi contratti di locazione mette a rischio lo sviluppo futuro così come i progetti esistenti. Il presidente Biden non può semplicemente ignorare le leggi in vigore da oltre mezzo secolo “.

L’ordine esecutivo, ha detto Sgamma, viola il Mineral Leasing Act, il National Environmental Policy Act e il Federal Lands Policy and Management Act.

La causa sostiene che la sospensione da parte dell’amministrazione del programma federale di leasing di petrolio e gas è “un’azione non supportata e non necessaria che è incompatibile con gli obblighi statutari del Segretario” ed è “sia arbitraria che capricciosa”.

L’ordine esecutivo Biden stabilisce una “pausa sulla stipula di nuovi contratti di locazione di petrolio e gas naturale su terreni pubblici o acque offshore per quanto possibile” e avvierà una “rigorosa revisione di tutte le pratiche esistenti di leasing e autorizzazione relative allo sviluppo di combustibili fossili su terre e acque “, secondo la Casa Bianca.

La Casa Bianca ha affermato che la mossa è un tentativo di “affrontare la crisi climatica”.

Repubblicani e leader dell’industria hanno affermato che l’ordine danneggerebbe l’economia statunitense e provocherebbe migliaia di perdite di posti di lavoro.

Dan Naatz dell’Independent Petroleum Association of America ha detto in una dichiarazione separata : “Non fatevi ingannare, questo è un divieto [di trivellazione]. Il piano dell’amministrazione Biden per cancellare i posti di lavoro degli esploratori e produttori americani di petrolio e gas è stato chiaramente mostrato “.

Inoltre, secondo Sgamma, l’ordine metterebbe a rischio anche 8,8 miliardi di dollari di entrate per la conservazione, finanziate in parte dallo sviluppo minerario su proprietà federali.

“Il divieto di Biden è uno sforzo eccessivo inteso a soddisfare la sinistra ambientalista, ma danneggerebbe gravemente i mezzi di sussistenza di decine di migliaia di occidentali e metterebbe a rischio altri milioni di persone quando i servizi statali non saranno finanziati”, ha detto.

L’ordine non influisce sui contratti di locazione di petrolio e gas esistenti, che possono durare 10 anni, hanno detto i funzionari.

Il Dipartimento dell’Interno ha dichiarato che la pausa “non avrà alcun impatto sulle operazioni esistenti o sui permessi per contratti di locazione validi e esistenti, che continuano a essere rivisti e approvati”.

I repubblicani al Congresso hanno segnalato che lavoreranno per fermare l’agenda di Biden.

“I mandati e le direttive del governo che limitano le nostre industrie minerarie, petrolifere e del gas hanno un impatto negativo sulla nostra sicurezza e indipendenza energetica”, ha affermato Cathy McMorris Rodgers (R-Wash.), Membro della leadership del GOP in la Camera, ha detto in un comunicato questa settimana.

Post collegati

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More