(AGENPARL) – Roma, 11 maggio 2022 – L’inflazione più alta negli Stati Uniti negli ultimi quattro decenni è destinata a persistere e persino ad aumentare nei prossimi mesi poiché il prezzo del diesel è a livelli record a causa delle scorte interne molto ridotte e della carenza globale delle forniture.

Il diesel è utilizzato in ogni parte dell’attività industriale e della filiera, dal trasporto merci alla manifattura e all’agricoltura: insomma alimenta l’economia americana. I prezzi del diesel sono saliti a livelli record negli ultimi mesi, aggiungendo ulteriore pressione al rialzo sui dati sull’inflazione negli Stati Uniti. E tutto a causa della domanda post-COVID da parte dell’industria, per il tempo libero e per i viaggi per non parlare delle restrizioni dovute alle importazioni di petrolio dalla Russia e dei divieti per l’acquisto dei beni energetici russi.

Aprile è diventato un mese ancora più difficile per le famiglie americane per acquistare alimenti.

Infatti, i prezzi dei generi alimentari sono aumentati di 9,4% rispetto a un anno prima, secondo i dati del Dipartimento del Lavoro che sono stati  mostrati mercoledì. Questo è il tasso di inflazione più rapido per quanto concerne il cibo dal 1981. I prezzi dei negozi di alimentari sono aumentati ancora di più, il 10,8%.

L’inflazione ora non solo sta raggiungendo dei livelli elevati, ma si sta espandendo. Quindi non sono il cibo ma anche il tavolo dove si mangia è più costoso. I prezzi per la categoria dei mobili «soggiorno, cucina e sala da pranzo» sono aumentati del 14,9% rispetto a un anno fa.

Sono aumentati dell’1,1 per cento rispetto a marzo.

È importante sottolineare che questi prezzi sono destagionalizzati, quindi non possono essere spiegati con i saldi tipici del fine della stagione degli acquisti natalizi.

Ecco alcune sorprendenti prezzi dei generi alimentari che hanno registrato cospicui incrementi.

Carne macinata: +14,8%.

Bistecche: +11,8 per cento.

Pancetta: in crescita del 17,7%.

Braciole di maiale: in aumento del 14,0%.

Pollo: +16,4%.

Pesce fresco: +13,0 per cento

Latte intero fresco: +14,7%.

Caffè: +13,5%.

Frutta fresca: +8,3 per cento.

Lattuga: +12,7%.

Condimento per insalata: +13,1%.

Zuppe: +13,1 per cento.

Alimenti per bambini: in aumento del 13 percento.

Cereali per la colazione: +12,1%.

Pane: +9,1 per cento.

Biscotti e muffin: +10,1%.

Pranzo: in aumento del 14,4 per cento.

Mangiare fuori non è davvero un’opzione migliore. I prezzi dei fast food sono aumentati del 7% e i prezzi dei ristoranti con servizio completo sono aumentati dell’87%. Anche i prezzi dei distributori automatici sono aumentati del 7,1%.

Siete sorpresi? Non è ancora tutto dagli Usa.

Martedì sera 368 repubblicani e democratici hanno votato per concedere all’Ucraina 40 miliardi di dollari in aiuti mentre gli americani soffrono per l’inflazione storica.

La Camera ha votato nella tarda notte di martedì per approvare l’ HR 7691 , la legge sugli stanziamenti supplementari del 2022. In poche parole gli USA  fornirebbero 40 miliardi di dollari in finanziamenti di emergenza per «sostenere il popolo ucraino e difendere la democrazia globale sulla scia dell’attacco non provocato della Russia all’Ucraina».

La normativa , tra l’altro, prevede:

  • 350 milioni di dollari per la migrazione e l’assistenza ai rifugiati per i deflussi di rifugiati dall’Ucraina
  • $ 4 miliardi per il programma di finanziamento militare straniero a sostegno dell’Ucraina e dei paesi colpiti dal conflitto in Ucraina, compresi i “paesi del fianco orientale della NATO”.
  • 500 milioni di dollari per sostenere le strutture specializzate della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo per sostenere i bisogni economici ed energetici dell’Ucraina

Il pacchetto di aiuti da 40 miliardi di dollari serve come i 6,8 miliardi di dollari in più rispetto a quanto inizialmente proposto dal presidente Joe Biden. Molti repubblicani si sono scagliati contro la spesa dilagante di Biden, che secondo loro ha portato all’inflazione storica che si è verificata due anni dopo la sua amministrazione.

I 368 legislatori (i repubblicani sono in corsivo ) che hanno votato per questa legislazione includono :

Adams
Aderholt
Aguilar
Allen
Allred
Amodei
Armstrong
Auchincloss
Axne
Bacon
Baird
Balderson
Barr
Barragán
Bass
Beatty
Bentz
Bergman
Beyer
Bice (OK)
Bishop (GA)
Blumenauer
Blunt Rochester
Bonamici
Bost
Bourdeaux
Bowman
Boyle, Brendan F.
Brady
Brooks
Brown (MD)
Brown (OH)
Brownley
Buchanan
Bucshon
Budd
Burgess
Bush
Bustos
Butterfield
Calvert
Carbajal
Cárdenas
Carey
Carl
Carson
Carter (GA)
Carter (LA)
Carter (TX)
Cartwright
Case
Casten
Castor (FL)
Castro (TX)
Chabot
Cheney
Cherfilus-McCormick
Chu
Cicilline
Clark (MA)
Clarke (NY)
Cleaver
Cline
Clyburn
Cohen
Cole
Connolly
Cooper
Correa
Costa
Courtney
Craig
Crawford
Crenshaw
Crist
Crow
Cuellar
Curtis
Davids (KS)
Davis, Danny K.
Davis, Rodney
Dean
DeFazio
DeGette
DeLauro
DelBene
Delgado
Demings
DeSaulnier
Deutch
Diaz-Balart
Dingell
Doggett
Doyle, Michael F.
Dunn
Ellzey
Emmer
Escobar
Eshoo
Espaillat
Evans
Fallon
Feenstra
Ferguson
Fischbach
Fitzgerald
Fitzpatrick
Fleischmann
Fletcher
Foster
Foxx
Frankel, Lois
Franklin, C. Scott
Gallagher
Gallego
Garamendi
Garbarino
Garcia (CA)
Garcia (IL)
Garcia (TX)
Gimenez
Golden
Gomez
Gonzales, Tony
Gonzalez (OH)
Gonzalez, Vicente
Gooden (TX)
Gottheimer
Granger
Graves (MO)
Green (TN)
Green, Al (TX)
Griffith
Grijalva
Grothman
Guest
Guthrie
Harder (CA)
Harris
Hayes
Herrera Beutler
Higgins (NY)
Hill
Himes
Hinson
Hollingsworth
Horsford
Houlahan
Hoyer
Hudson
Huffman
Issa
Jackson Lee
Jacobs (CA)
Jacobs (NY)
Jayapal
Jeffries
Johnson (GA)
Johnson (OH)
Johnson (SD)
Johnson (TX)
Jones
Joyce (OH)
Joyce (PA)
Kahele
Kaptur
Katko
Keating
Keller
Kelly (IL)
Kelly (MS)
Kelly (PA)
Khanna
Kildee
Kilmer
Kim (CA)
Kim (NJ)
Kind
Kinzinger
Kirkpatrick
Krishnamoorthi
Kuster
Kustoff
LaHood
LaMalfa
Lamb
Lamborn
Langevin
Larsen (WA)
Larson (CT)
Latta
LaTurner
Lawrence
Lawson (FL)
Lee (CA)
Lee (NV)
Leger Fernandez
Letlow
Levin (CA)
Levin (MI)
Lieu
Lofgren
Loudermilk
Lowenthal
Lucas
Luetkemeyer
Luria
Lynch
Mace
Malinowski
Malliotakis
Maloney, Carolyn B.
Maloney, Sean
Manning
Matsui
McBath
McCarthy
McCaul
McClain
McClintock
McCollum
McEachin
McGovern
McHenry
McNerney
Meeks
Meijer
Meng
Meuser
Mfume
Miller (WV)
Miller-Meeks
Moolenaar
Mooney
Moore (UT)
Moore (WI)
Morelle
Moulton
Mrvan
Mullin
Murphy (FL)
Murphy (NC)
Nadler
Napolitano
Neal
Neguse
Newhouse
Newman
Norcross
O’Halleran
Obernolte
Ocasio-Cortez
Omar
Owens
Palazzo
Pallone
Palmer
Panetta
Pappas
Pascrell
Payne
Pelosi
Pence
Perlmutter
Peters
Pfluger
Phillips
Pingree
Pocan
Porter
Posey
Pressley
Price (NC)
Quigley
Raskin Riso
Reschenthaler
(NY)
Riso (SC)
Rodgers (WA)
Rogers (AL)
Rogers (KY)
Ross
Rouzer
Roybal-Allard
Ruiz
Ruppersberger
Rush
Rutherford
Ryan
Salazar
Sánchez
Sarbanes
Scalise
Scanlon
Schakowsky
Schiff
Schneider
Schrader
Schrier
Schweikert
Scott (VA)
Scott, Austin
Scott, David
Sewell
Sherman
Sherrill
Simpson
Sires
Slotkin
Smith (MO)
Smith (NE)
Smith (NJ)
Smith (WA)
Smucker
Soto
Spanberger
Spartz
Speier
Stansbury
Stanton
Stauber
Steel
Stefanik
Steil
Stevens
Stewart
Suozzi
Swalwell
Takano
Taylor
Tenney
Thompson (CA)
Thompson (MS)
Thompson (PA)
Timmons
Titus
Tlaib
Tonko
Torres (CA)
Torres (NY)
Trahan
Trone
Turner
Underwood
Upton
Valadao
Vargas
Veasey
Velázquez
Wagner
Walorski
Waltz
Wasserman
Schultz
Waters
Watson Coleman
Weber (TX )
Webster (FL)
Welch
Wenstrup
Wexton
Wild
Williams (GA)
Wilson (FL)
Wilson (SC)
Wittman
Womack
Yarmuth

Cinquantasette repubblicani si sono opposti al pacchetto Ucraina, che include:

Arrington
Babin
Banks
Biggs
Bilirakis
Bishop (NC)
Boebert
Buck
Burchett
Cammack
Cawthorn
Cloud
Clyde
Comer
Davidson
DesJarlais
Donalds
Duncan
Estes
Fulcher
Gaetz
Gibbs
Gohmert
Good (VA)
Gosar
Graves (LA)
Greene (GA)
Harshbarger
Hartzler
Hern
Herrell
Hice (GA)
Higgins (LA)
Huizenga
Jackson
Johnson (LA)
Jordan
Lesko
Long
Mann
Massie
Mast
Miller (IL)
Moore (AL)
Nehls
Norman
Perry
Rose
Rosendale
Roy
Sessions
Steube
Tiffany
Van Drew
Van Duyne
Westerman
Williams (TX)

Il rappresentante Thomas Massie (R-KY), che ha votato contro la legislazione, ha affermato che il miliardo di aiuti all’Ucraina ha speso «di più per tutte le strade e i ponti statunitensi» di quanto il paese spenda in un anno.

Massie ha detto che questo è «qualcosa a cui pensare la prossima volta che sei bloccato nel traffico o sostituisci un cerchione piegato».

«Sto votando contro lo sconsiderato conto di spesa ucraino di 40 miliardi di dollari di stasera», ha detto il rappresentante Andy Biggs (R-AZ), ex presidente di Freedom Caucus. «Pelosi ha portato il disegno di legge in aula senza udienze né tempo per i membri per rivedere adeguatamente il disegno di legge. Mi oppongo all’invasione russa dell’Ucraina, ma non possiamo aiutare l’Ucraina spendendo soldi che non abbiamo».

«Invece di 40 miliardi di dollari in più delle nostre tasse in Ucraina e miliardi in più destinati ad altre priorità di Biden come la cosiddetta “disinformazione globale”, mettiamo l’America al primo posto per un cambiamento», ha affermato la rappresentante Lauren Boebert (R-CO).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here