Usa, Fox News: Lo scienziato che ha inviato un’e-mail a Fauci sulla possibilità che il virus sia stato ‘progettato’ ha disattivato l’account di Twitter

(AGENPARL) – Roma, 07 giugno 2021 – Kristian Andersen, un virologo dello Scripps Research Institute della California, che ha inviato un’e- mail al dottor Anthony Fauci nel gennaio 2020 in cui sollevava il dubbio sulla possibilità che il coronavirus fosse stato progettato in laboratorio, ha disattivato il suo account Twitter.

L’e-mail di Andersen a Fauci è apparsa in una serie di documenti ottenuti la scorsa settimana a seguito di una richiesta del Freedom of Information Act. L’e-mail in questione, inviata il 31 gennaio 2020, indicava un rapporto della rivista Science sulla corsa globale alla condivisione di “sequenze complete del virus dai pazienti” al fine di comprendere le origini del virus e esaminare come “si adatta sull’albero genealogico dei virus correlati trovati nei pipistrelli e in altre specie.”

Andersen è stato citato nell’articolo, in cui ha parlato delle difficoltà che gli scienziati affrontano nel tentativo di determinare gli ospiti naturali.

Andersen ha scritto a Fauci del nuovo virus.

“Le caratteristiche insolite del virus costituiscono una parte davvero piccola del genoma (<0,1%), quindi bisogna guardare molto da vicino tutte le sequenze per vedere che alcune delle caratteristiche (potenzialmente) sembrano ingegnerizzate”, ha scritto. 

Ha scritto che il suo team era nelle prime fasi di esaminare criticamente i dati, ma ha trovato “il genoma incoerente con le aspettative della teoria evoluzionistica. Ma dobbiamo esaminarlo molto più da vicino e ci sono ancora ulteriori analisi da fare, quindi le opzioni potrebbero ancora cambiare”.

Andersen non ha risposto alle e-mail di Fox News sulla sua e-mail a Fauci o sul suo account Twitter. Una portavoce di Twitter ha dichiarato: “L’account è stato disattivato dall’utente. Nessuna azione è stata intrapresa da parte di Twitter”.

A maggio, Andersen è stato menzionato in un articolo del New York Times su un gruppo di scienziati che chiedevano maggiori informazioni sulle origini del virus. Il documento ha riferito che Andersen è stato un forte “proponente della schiacciante probabilità di un’origine naturale”.

Poco dopo l’e-mail a Fauci, Andersen si è unito a un gruppo di scienziati che ha scritto: “Non crediamo che alcun tipo di scenario basato su laboratorio sia plausibile”, ha riportato il Times. 

Andersen, dopo che l’e-mail è stata resa pubblica la scorsa settimana, ha ritwittato un post in cui diceva di aver detto a Fauci che il team “aveva pianificato di analizzare i genomi del coronavirus per vedere se SARS-CoV-2 si fosse evoluto o progettato naturalmente”.

“Pensavano forse la seconda”, ha twittato la dottoressa Amy Maxmen, giornalista di Nature. “Ma dopo aver esaminato le prove, hanno cambiato idea”. 

Maxmen ha sottolineato in un tweet successivo che “la scienza è un processo” e ha messo in guardia dal prendere queste e-mail fuori dal loro contesto.

Migliaia di pagine delle e-mail di Fauci sono state pubblicate la scorsa settimana mentre gran parte del mondo si concentra sulle origini del virus.

Il presidente Biden ha ordinato ai funzionari dell’intelligence statunitense di “raddoppiare” i loro sforzi per indagare sulle origini della pandemia, compresa qualsiasi possibilità che la pista potesse portare a un laboratorio cinese.

Fauci è stato sottoposto a crescenti pressioni da parte dei repubblicani sui finanziamenti per l’Istituto di virologia di Wuhan.

Il senatore Tom Cotton, R-Ark., ha affermato che Fauci e il National Institute of Health devono “chiarire” l’eventuale fornitura di finanziamenti dei contribuenti americani per un laboratorio di Wuhan in Cina, e a tal proposito il senatore del GOP ha chiesto un’indagine “approfondita” sulle origini del coronavirus

Devono essere sinceri con il popolo americano, devono smettere di fare giochi di parole”, ha continuato Cotton. “Devono spiegare perché hanno finanziato quella ricerca apparentemente in violazione dello spirito, se non della lettera, di una direttiva della Casa Bianca di Obama”.

Cotton, il senatore Rand Paul, R-Ky. , e altri repubblicani sono preoccupati per una sovvenzione di $ 600.000 del NIAID che è andata a un gruppo chiamato EcoHealth Alliance, che ha poi pagato l’Istituto di virologia di Wuhan per studiare il rischio che il coronavirus dei pipistrelli possano infettare l’uomo. 

Martedì scorso Fauci ha difeso la “modesta” collaborazione con gli scienziati a Wuhan, dicendo che sarebbe stato “quasi un abbandono del nostro dovere se non avessimo studiato questo, e l’unico modo per studiare queste cose è che bisogna andare”. dove si trova l’azione”, riferendosi all’epidemia di SARS dei primi anni 2000, che si presume provenga dai pipistrelli.

Fauci, capo dell’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive (NIAID), ha affermato che i soldi pubblici erano per studiare i pipistrelli.

Fauci ha rilasciato un’intervista ad ampio raggio pubblicata la scorsa settimana incentrata sulle origini del coronavirus e gli è stato chiesto se credeva che il suo NIAID potesse avere qualche responsabilità per la pandemia globale.

“Stai davvero dicendo che siamo implicati perché abbiamo dato a un’istituzione multimiliardaria $ 120.000 all’anno per la sorveglianza dei pipistrelli?” ha chiesto, secondo il Financial Times.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here