(AGENPARL) – mar 20 aprile 2021 “La legge che dovrebbe disciplinare l’attività sindacale all’interno delle amministrazioni ad ordinamento militare stenta a completare il percorso parlamentare e – di conseguenza – l’ormai inutile Rappresentanza Militare continua a sopravvivere; in taluni casi però, purtroppo non si limita a vivacchiare, ma si batte con vigore per tutelare uno dei temi a certuni più cari: i fogli di viaggio”.
“Mentre tutti i cittadini, nell’intento comune di cercare di arginare la pandemia, rispetta le seppur limitanti e fastidiose prescrizioni, tra le quali il mantenimento del distanziamento sociale e le limitazione degli spostamenti tra regioni, c’è chi – nel COCER Carabinieri – va a sollecitare le convocazioni in presenza del Consiglio intermedio Forestale. In videoconferenza vengono svolti i consigli di amministrazione, le assemblee dei soci di Enti importanti, perché non possono essere svolte anche le assemblee della Rappresentanza Militare? Qual è il vero motivo?”.
“Rappresentanti del COCER Carabinieri, che non hanno mai dimostrato grande attenzione alle problematiche della linea di comando forestale e dei Carabinieri Forestali, soprattutto quando interpellati per la distribuzione delle risorse del FESI, perché si sentono in diritto (o in dovere) di sollecitare il Vertice del CUFA affinché la rappresentanza a lui affiancata si riunisca in presenza? Forse perchè a qualcuno pesa la contrazione dei fogli di viaggio, pagati a spese dei contribuenti?”.

1 COMMENT

  1. […] Roma, 20 apr 2021 – (da AGENPARL) – “La legge che dovrebbe disciplinare l’attività sindacale all’interno delle amministrazioni ad ordinamento militare stenta a completare il percorso parlamentare e – di conseguenza – l’ormai inutile Rappresentanza Militare continua a sopravvivere; in taluni casi però, purtroppo non si limita a vivacchiare, ma si batte con vigore per tutelare uno dei temi a certuni più cari: i fogli di viaggio”. L’articolo completo continua su AGENPARL.EU, clicca qui >>> […]

Comments are closed.