(AGENPARL) – mer 17 marzo 2021 [image: image.png]
*Trasporti, Confimi Industria al Ministro Giovannini:*
*“Si lavori insieme per una logistica efficace e per l’intermodalità”*
*Attenzione su regolamentazione nazionale per i trasporti speciali e sul
sostegno trasporto privato turistico*
Roma, 17 marzo 2021 – Definire con urgenza contenuti e azioni concrete per
il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza visto l’avvicinarsi di fine
aprile, momento in cui dovremo presentarlo all’Europa, è quanto ha chiesto
stamane il Ministro Enrico Giovannini convocando le parti sociali attorno
al tema di trasporti e della mobilità sostenibile.
A portare il contributo del manifatturiero italiano, Nicola Fontanarosa
vicepresidente nazionale di Confimi Industria che ha manifestato al
Ministro come “il PNRR non potrà risolvere tutte le questioni aperte, ma ci
offre l’occasione di rivedere e ammodernare l’intero sistema dei trasporti
del paese” spiega Fontanarosa e continua “ma per farlo non bastano le sole
risorse, è necessario un reale coordinamento tra i diversi soggetti, –
ministeri, Regioni, province, e le varie autorità preposte – e le loro
pianificazioni”.
“Improcrastinabile poi un intervento di regolamentazione su scala nazionale
dei trasporti, in particolar modo per i trasporti eccezionali, oggi
soggetti a un moltiplicarsi di autorizzazioni, non sempre omogenee, quando
devono movimentarsi sul territorio nazionale, percorrendo strade statali,
regionali, provinciali e comunali” sottolinea il vicepresidente di Confimi
Industria.
Regolamentazione che comprenda sia il trasporto pubblico, urbano ed
extraurbano, che quello privato nelle sue diverse specificità commerciali e
turistiche: “il trasporto privato nel comparto turistico – tiene a
ricordare Fontanarosa anche alla luce del lungo stop a causa del Covid che
ha immobilizzato e tuttora immobilizza la categoria – va sostenuto nel
rinnovo e ammodernamento delle flotte di veicoli di bus
turistici attraverso le forme di incentivazione previste dal PNRR”
Una visione a 360 gradi sul sistema dei trasporti, ha chiesto ancora il
Vicepresidente Fontanarosa per “valorizzare tutte le dotazioni
infrastrutturali – reti ferroviarie, viabilità autostradale, statale,
regionale, provinciale e comunale, viabilità marittima, aeroporti e porti –
con l’obiettivo immediato di migliorare l’indice di accessibilità ai
servizi di trasporto e mobilità, riducendo i tempi di percorrenza per
giungere alle destinazioni”.
“Aumentare l’offerta e la qualità delle opzioni e dei servizi forniti alle
persone e alle imprese che – ricorda Nicola Fontanarosa in chiusura – per
la movimentazione delle loro merci, necessitano di un’efficace logistica e
intermodalità”
Eleonora Niro