13 novembre 2018
Agenparl
Home » Potenziati i servizi coinvolti nell’attuazione del reddito di inclusione-ReI. Un’importante misura di sostegno per i nuclei familiari in difficoltà sociale e lavorativa portata avanti dall’Assessorato della Sanità, Salute, Politiche Sociali e Forma
Agenparl Italia Social Network Valle D’Aosta

Potenziati i servizi coinvolti nell’attuazione del reddito di inclusione-ReI. Un’importante misura di sostegno per i nuclei familiari in difficoltà sociale e lavorativa portata avanti dall’Assessorato della Sanità, Salute, Politiche Sociali e Forma

Bureau de presseUfficio
stampa COMUNICATO
STAMPA Aosta, venerdì
ottobre   Potenziati i
servizi coinvolti nell’attuazione del reddito di
inclusione-ReI.Un’importante misura di sostegno
per i nuclei familiari in difficoltà
sociale e lavorativa portata avanti dall’Assessorato
della Sanità, Salute, Politiche Sociali e
Formazione L’Assessorato della Sanità, Salute, Politiche
Sociali e Formazione comunica che dal mese di ottobre sono stati
potenziati i servizi coinvolti nell’attuazione del
reddito di inclusione-ReI in Valle d’Aosta.A seguito di una procedura di selezione
pubblica, sono stati assunti sei nuovi operatori con
il compito di supportare, da un lato, gli uffici centrali nella
gestione degli adempimenti amministrativi e, dall’altro, le
famiglie nella realizzazione delle attività concordate. Il ReI, ai sensi del D.lgs. /, è una
misura nazionale di sostegno per i nuclei familiari in
difficoltà sociale e lavorativa, che assegna un
contributo economico erogato mensilmente per un periodo massimo di
mesi, durante i quali i membri della famiglia sono coinvolti in
attività di inclusione (ricerca lavoro, formazione
professionale, inserimento in tirocini o stage) e di cittadinanza
attiva (supporto ad associazioni di volontariato, coinvolgimento in
progetti di comunità, attività di mutuo-aiuto).La partecipazione e il protagonismo della
famiglia sono l’elemento fondante del percorso, condiviso con i
servizi del territorio che, a vario titolo, possono sostenere il
nucleo nel superamento del periodo di difficoltà, intervenendo
negli ambiti di fragilità emergenti di volta in volta
(assistenza sociale, scuola e formazione, casa, lavoro, salute,
…). Il progetto, denominato
AV-VAO_, a cui fa riferimento questa azione di
rafforzamento delle strutture regionali, è stato finanziato dal
Ministero del lavoro e delle politiche sociali per complessivi 1
milione mila euro a valere sul Programma Operativo Nazionale
(PON) “Inclusione”/ e si pone l’obiettivo di
potenziare i servizi coinvolti nell’attuazione del ReI
(sportelli sociali, servizi sociali territoriali, centri per
l’impiego, uffici centrali delle Strutture Politiche per
l’inclusione e l’integrazione sociale e Servizi alla
persona) attraverso l’acquisizione di personale da dedicare ai
progetti di presa in carico e la formazione congiunta tra tutti gli
operatori coinvolti.Propone
inoltre ulteriori opportunità di sostegno e
accompagnamento attraverso progetti di contrasto alla povertà
educativa rivolti a minori e la realizzazione di
collaborazioni per inserimenti lavorativi o similari.Altra finalità del progetto
consiste nel favorire la conoscenza e l’accesso alle
misure di sostegno attraverso la realizzazione di campagne di
informazione e attività di sensibilizzazione. Le domande di accesso al ReI presentate agli sportelli
sociali valdostani fino ad oggi sono circa : il ReI è stato
attivato a dicembre ed è uno degli interventi di sostegno
offerti ai cittadini che prevede la loro diretta partecipazione.Parallelamente a questa misura e sempre
nell’ambito di progetti personalizzati di attivazione è
possibile presentare domanda di accesso ai contributi di assistenza
economica e al prestito sociale d’onore, per il tramite
dell’assistente sociale. L’Assessora
alla Sanità, Salute, Politiche Sociali e Formazione, Chantal
Certan sottolinea che "l’attuazione del ReI prevede il
coinvolgimento di tutte le risorse del territorio sensibili ai temi
dell&#;inclusione, favorendo le collaborazioni e la costruzione di
una rete viva e propositiva. Già da tempo l’orientamento
dell’Assessorato nell’ambito del sostegno alle famiglie a
rischio di emarginazione è di assicurare il protagonismo dei
beneficiari in tutte le fasi del progetto di inclusione concordato con
i servizi, strumento che rappresenta la loro possibilità di
uscire dalla situazione di crisi grazie al proprio impegno in prima
persona e alle proprie capacità.” mg  Fonte: Assessorato della
Sanità, Salute, Politiche sociali e Formazione–Ufficio
stampa Regione autonoma Valle d’Aosta/Vallée
d’AosteUfficio stampa – Bureau de presseT. – F.  Questa comunicazione è stata
generata tramite l’applicativo Gastone
CRM

Related posts

Turismo: Italia è ancora il Bel Paese, 8 europei su 10 vorrebbero visitarla

Redazione Redazione

Fragen zur Ausbildung von Hebammen

Ugo Giano

Il Comune aderisce alla Giornata mondiale del diabete e a quella della prematuri

Redazione Redazione

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Translate »