Agenparl
Image default
Home » POLIZIA, SALVINI: AUSPICO IL REINTEGRO DELL’AGENTE CACCIATA PER UN VECCHIO TATUAGGIO

POLIZIA, SALVINI: AUSPICO IL REINTEGRO DELL’AGENTE CACCIATA PER UN VECCHIO TATUAGGIO

(AGENPARL) – Roma, 14 ago 2020 – “Un tatuaggio, peraltro cancellato, non trasforma una poliziotta meritevole di encomio in un elemento da allontanare. La vicenda di Arianna Virgolino, raccontata oggi dai media, è incredibile: auspico che la decisione del Consiglio di Stato possa essere rivista. Servono saggezza ed equilibrio: le persone capaci, in buonafede e perbene non vanno cacciate ma valorizzate, soprattutto se amano la divisa come dimostra Arianna”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, intervenendo sulla vicenda della poliziotta sospesa nel novembre 2019 – poco dopo aver ricevuto un encomio per aver sedato una rissa – a causa di un piccolo tatuaggio cancellato due anni prima ma che per il Consiglio di Stato è sufficiente per toglierle il distintivo.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More