(AGENPARL) – lun 25 ottobre 2021 Pensioni: Mura (Pd), Opzione donna riequilibra Quota 100 ingiusta
“E’ un fatto che Quota 100 ha favorito in larga misura uomini, mentre le donne sono i soggetti storicamente più penalizzati dal punto di vista previdenziale oltre ad essere tra i più colpiti dagli effetti della pandemia: Opzione donna è una misura che comincia a riequilibrare questa penalizzazione e quindi va rinnovata”. Lo afferma la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd) in merito alle priorità da assegnare alle riforma pensionistica.
“E’ sterile che la Lega faccia le barricate per Quota 100 solo perché è una loro bandiera – osserva la parlamentare dem – mentre si deve lavorare a un principio di gradualità e alla salvaguardia delle categorie più svantaggiate, tra cui ci sono le donne e i lavori gravosi. In particolare moltissime donne sono caratterizzate da precariato o discontinuità lavorativa, con riflessi negativi ai fini contributivi e dei calcoli dell’anzianità. Opzione donna con la proposta di un’Ape sociale molto rafforzata – conclude Mura – dovrebbe essere presa seriamente in considerazione”.