31.7 C
Rome
lunedì, Giugno 27, 2022

PALATIZIANO, NANNI (LISTA CALENDA): ”FARE CHIAREZZA SU TEMPI E COSTI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA GIUNTA RAGGI”.

Must read

(AGENPARL) – mer 06 aprile 2022 PALATIZIANO, NANNI (LISTA CALENDA): ”FARE CHIAREZZA SU TEMPI E COSTI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA GIUNTA RAGGI”.
“Dal 2018 il Palazzetto dello sport di viale Tiziano è inagibile. Secondo l’ex sindaca Raggi avrebbe riaperto i cancelli in questo mese. Invece, da quanto si apprende dalle dichiarazioni dell’assessore allo sport Alessandro Onorato, passerà ancora molto tempo per rivedere il pubblico sugli spalti dell’impianto progettato dall’architetto Annibale Vitellozzi e dall’Ingegner Pier Luigi Nervi.” Così in una nota Dario Nanni consigliere comunale della Lista Civica Calenda e vicepresidente della commissione Sport.- “Ancor più preoccupante la situazione denunciata dallo stesso assessore relativa allo sperpero di denaro pubblico per l’impiantistica sportiva comunale. L’ex sindaca Raggi – ricorda Nanni- nel mese di agosto 2021, poche settimane prima del voto, aveva annunciato lo stanziamento di 3 mln di euro e l’avvio del cantiere per la riqualificazione dell’impianto, la cui durata dei lavori – aveva precisato la Sindaca il 2 agosto – sarebbe stata di 180 giorni, così come previsto dal bando’. Dopo 8 mesi quella riqualificazione è ferma e non si conoscono i tempi di chiusura del cantiere. Come vicepresidente della commissione Sport chiedo che si faccia chiarezza sia su quanto dichiarato dall’assessore allo sport Onorato in merito ai soldi spesi dalla precedente amministrazione, sia sui tempi d’intervento e di chiusura dei lavori del Palazzetto dello sport. Ritengo necessaria ed urgente – conclude Nanni- una convocazione della commissione Sport su questa vicenda che penalizza molte società sportive romane, ad iniziare dal Volley femminile. Queste squadre infatti, sono costrette ad utilizzare altri spazi come il Palaeur, con costi ingenti che ovviamente ne penalizzano gestione e investimenti. A tutto questo si aggiunga il fatto che Roma Capitale spende quasi un milione all’anno per il servizio di guardiania di 14 impianti chiusi, mentre ha un disperato bisogno di impianti per dare risposte alle tante sportive della capitale”.

- Advertisement -

Correlati

- Advertisement -

Ultimi articoli