14 Dicembre 2018
Agenparl
Home » Organo di Vigilanza TIM pronto per le sfide future
Lazio Politica Estera Scienza e Tecnologia Social Network

Organo di Vigilanza TIM pronto per le sfide future

(AGENPARL) – Roma, 07 giu 2018 – Si è svolta stamani nella prestigiosa cornice del Tempio di Adriano a Roma la presentazione della Relazione annuale dell’Organo di vigilanza sulla rete di TIM (OdV), organismo istituito nel 2008 dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dotato di garanzie di indipendenza e  autonomia, ancorché  incardinato nell’organizzazione di TIM.

All’evento erano presenti, oltre al Consiglio dell’Organo di vigilanza presieduto da Maurizio Mensi e composto da Giovanni Amendola, Fabio Di Marco, Gianni Orlandi e Francesco Sclafani, anche il Presidente Fulvio Conti e l’Amministratore  Delegato di TIM Amos Genish, il Presidente di Agcom Angelo Marcello Cardani, Giulio Napolitano (presidente dell’Organo di Vigilanza dal 2009 al 2012) e Roberto Viola, Direttore Generale della D.G. Connect della Commissione europea, con Federico Fubini, Vice Direttore del Corriere della Sera a fare da moderatore.

Come rilevato dal Presidente dell’OdV Maurizio Mensi«assicurare parità di trattamento e non discriminazione risponde non soltanto ad esigenze pro-concorrenziali ma è volta ad assicurare qualità dei servizi ed efficienza della rete di accesso, fondamentale per consentire ai cittadini di fruire dei servizi in modalità digitale e interagire con la PA. In tale prospettiva si colloca il ruolo dell’OdV». Di qui la sfida e l’impegno futuro dell’OdV «a svolgere con professionalità e rigore i compiti di vigilanza anche all’esito del processo per la costituzione di un’entità legale separata deputata alla gestione della rete di accesso, ove l’Agcom ritenga necessario contare sull’apporto professionale e conoscitivo dell’OdV per verificare l’effettivo conseguimento degli obiettivi regolamentari di parità di trattamento e prevenire eventuali fenomeni di carattere discriminatorio».

Plauso alle attività dell’OdV da parte del Presidente dell’Autorità di settore Angelo Marcello Cardani: «Nel corso di questi anni, numerose sono state le occasioni di confronto tra l’Autorità e l’OdV su temi di comune interesse, concretizzate in incontri istituzionali, ma anche in interlocuzioni informali. L’apprezzamento del lavoro svolto – da parte mia e del Collegio tutto – è testimoniato anche dall’estensione nel nuovo Regolamento dell’OdV dei compiti da svolgere in ragione delle innovazioni regolamentari introdotte in questi ultimi anni dall’ Agcom».

Da sottolineare, sempre dalle parole del Presidente Cardani la forte sintonia tra l’Autorità e l’OdV, in merito agli aspetti di non discriminazione: «l’Autorità ha acquisito il report dell’Organo di Vigilanza in merito ad una proposta di indicatori di non-discriminazione, predisposto nell’ambito del programma annuale di attività stabilito di concerto con l’Autorità. La proposta dell’ODV è alla base della consultazione di cui alla delibera 27/18/CONS».

L’ing. Viola – Direttore Generale della D.G. Connect della Commissione europea – ha apprezzato il modello italiano dell’Odvrilevando che la Commissione europea giudica favorevolmente il percorso avviato. 10 anni fa per il regolatore accettare  impegni assunti da una società privata rappresentava una pratica inusuale nel settore delle telecomunicazioni; oggi invece  Il nuovo Codice europeo  delle comunicazioni elettroniche (approvato pochi giorni fa n.d.r.) dopo due anni, prevede tale possibilità. L’OdV ha fatto da apripista sul punto. Viola ha concluso rilevando che per l’Organo  di Vigilanza si aprono nuove prospettive con la separazione della rete, in una stagione che – si è augurato – possa essere “di investimenti e riforme”.

Related posts

Notice: PE32 1TX, Mr Alec Birkbeck: environmental permit application advertisement

Luigi Camilloni

Al Jazeera English-2018-09-27 09:47

Redazione Redazione

Атомная энергия 2.0-2018-08-30 13:48

Redazione Redazione

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More