27.1 C
Rome
lunedì, Giugno 27, 2022

Netflix: Azioni sono scese di uno sbalorditivo 55%

Must read

(AGENPARL) – Roma, 20 aprile 2022 – Netflix sta affrontando quello che può essere descritto solo come uno scenario da incubo poiché i clienti continuano ad abbandonare in massa il gigante dell’intrattenimento in streaming, minacciando la stabilità finanziaria dell’azienda.

Le azioni di Netflix sono crollate di oltre il 20% negli scambi after-hour martedì dopo che lo streamer ha riportato risultati catastrofici per il primo trimestre.

Finora quest’anno, le azioni di Netflix sono scese di uno sbalorditivo 55%.

Netflix, che ha ancora un accordo di produzione con Barack e Michelle Obama, ha dichiarato di aver perso 200.000 abbonati nel primo trimestre dell’anno, un’enorme mancanza per la società, che prevedeva di aggiungere 2,5 milioni di abbonati.

Ancora più problematico, i leader prevedono che Netflix perderà ben 2 milioni di abbonati in più questa primavera, potenzialmente la più grande perdita trimestrale di clienti nella sua storia.

La guida dipinge una prospettiva finanziaria cupa per Netflix, il cui principale flusso di entrate è il pagamento dei clienti.

In una lettera agli investitori, Netflix ha accusato la condivisione delle password e l’aumento della concorrenza di altri streamer, tra cui Disney+ e Amazon Prime Video, per ciò che ha definito eufemisticamente “vento contrario alla crescita dei ricavi”.

Netflix ha recentemente iniziato a reprimere sul serio la condivisione delle password, che secondo quanto riferito costa all’azienda miliardi di dollari all’anno. Tra le sue strategie c’è quella di addebitare agli abbonati che condividono le loro password con persone al di fuori delle loro famiglie.

Martedì, Netflix non ha fatto riferimento ai clienti che sono diventati sempre più estranei dai suoi contenuti e dalle strette affiliazioni al Partito Democratico. I massimi dirigenti di Netflix hanno appoggiato le campagne del presidente Joe Biden e del vicepresidente Kamala Harris, così come quelle della sinistra radicale come il procuratore distrettuale della contea di Los Angeles George Gascon, le cui politiche soft-on-crimine hanno portato a un picco di omicidi e altri crimini violenti .

Netflix ha anche omesso di menzionare i recenti aumenti dei prezzi per tutti gli abbonati domestici, con il suo piano premium in aumento da $ 17,99 a $ 19,99 al mese.

Lo scorso trimestre, la società non è riuscita a soddisfare le aspettative degli abbonati, provocando una vendita di massa delle sue azioni .

- Advertisement -

Correlati

- Advertisement -

Ultimi articoli