(AGENPARL) – mer 13 ottobre 2021 “La somministrazione di tamponi gratuiti al personale militare non è una novità ne un problema. Lo ha sperimentato con successo la Marina Militare che per superare il divieto di accesso alle mense di servizio senza il famigerato Green Pass che dal 6 agosto scorso ha interessato anche le mense militari, nonostante queste fossero già state escluse con il dpcm del 2 marzo scorso, ha somministrato al proprio personale non vaccinato i tamponi gratuitamente ogni 48 ore, tramite il proprio servizio sanitario.
Tuttavia, nei giorni scorsi, la saggia disposizione dei vertici della Marina Militare è stata incredibilmente revocata a decorrere dal prossimo 15 ottobre quando entrerà in vigore il divieto di accesso ai luoghi di lavoro senza il certificato verde Covid 19.
Con questo illogico dietrofront i vertici della Marina rinunciano volontariamente ad impiegare un sostanzioso numero di militari che aggiunti alla cronica carenza di personale potrebbe incidere in modo negativo e determinate sull’operatività della Forza armata e quindi anche nelle operazioni di contrasto all’immigrazione clandestina.
Quindi ben venga la proposta di tamponi gratuiti per tutti i lavoratori fatta in queste ore anche da Salvini e Grillo che finalmente sembrano essersi rinsaviti e resi conto dell’assurdità delle scelte di Draghi e compagni.”
Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario Generale del Sindacato dei Militari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here