Agenparl
Image default
Home » GIAPPONE, IL PRIMO MINISTRO SUGA FORMA IL NUOVO GOVERNO

GIAPPONE, IL PRIMO MINISTRO SUGA FORMA IL NUOVO GOVERNO

(AGENPARL) – Roma, 16 settembre 2020 – Yoshihide Suga è entrato in carica mercoledì come primo nuovo primo ministro del Giappone dopo otto anni ininterrotti, formando un Governo con volti familiari mentre si è impegnato a mantenere la rotta stabilita dal suo predecessore Shinzo Abe.

Per Suga, noto come abile operatore dietro le quinte, l’obiettivo immediato sarà quello di rilanciare l’economia malconcia mantenendo sotto controllo il nuovo coronavirus.

Le sfide a lungo termine includono il calo del tasso di natalità del paese e le tensioni con i vicini asiatici.

Suga, che è diventato leader del Partito Liberal Democratico al governo all’inizio di questa settimana, ha detto di essere impegnato a far avanzare le politiche di Abe tra cui “Abenomics”, un mix di misure volte a battere la deflazione e stimolare la crescita nella terza economia più grande del mondo.

Il figlio di un contadino e 71enne a differenza di Abe e di molti altri legislatori in Giappone non è il rampollo di una dinastia politica, ha accennato alla possibilità di ulteriori misure per sostenere l’economia.

Ciò si aggiungerebbe a un pacchetto da 230 trilioni di yen (2,2 trilioni di dollari) che il governo ha già stabilito per affrontare l’epidemia di COVID-19, compresi i sussidi per le imprese assediate e la promozione del turismo interno.

Si occuperà anche di una profonda revisione della politica di sicurezza nazionale del Giappone che è stata avviata da Abe dopo che i piani per introdurre un sistema di difesa missilistica sviluppato dagli Stati Uniti sono stati demoliti a causa di problemi tecnici.

Il ministro della Salute Katsunobu Kato è stato scelto per succedere a Suga come segretario capo del gabinetto, un posto chiave che funge sia da coordinatore politico che da portavoce principale del governo.

Il ministro uscente della Difesa Taro Kono è stato scelto come ministro incaricato della riforma amministrativa, un’area su cui Suga ha promesso di concentrarsi per ridurre il peso burocratico.

Sottolineando l’impegno di Suga di continuità con Abe, il gabinetto ha visto otto membri mantenuti nello stesso incarico, tra cui il ministro delle finanze e il vice primo ministro Taro Aso, il ministro degli Esteri Toshimitsu Motegi e il ministro per la rivitalizzazione economica Yasutoshi Nishimura, che guida la risposta del governo al coronavirus.

Sette sono stati spostati in altri dicasteri con portafogli o restituiti alle posizioni ministeriali che avevano ricoperto in passato, mentre a cinque sono stati assegnati i loro primi incarichi di governo, tra cui il ministro della Difesa Nobuo Kishi, fratello minore di Abe.

L’età media del gabinetto è di 60,4 anni, con il ministro dell’Ambiente Shinjiro Koizumi l’unico con meno di 50 anni. Ci sono solo due donne, il ministro delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi Seiko Hashimoto e il ministro della Giustizia Yoko Kamikawa.

Le nomine sono state distribuite tra le sette principali correnti del LDP, comprese le due guidate dai rivali di Suga nelle elezioni presidenziali del partito di lunedì, l’ex capo della politica del LDP Fumio Kishida e l’ex ministro della Difesa Shigeru Ishiba.

Il gabinetto di Abe si è dimesso in massa mercoledì mattina, ponendo fine al mandato record di sette anni e otto mesi del premier. Alla fine di agosto annunciò che si sarebbe dimesso per ricevere cure per una malattia intestinale cronica che lo aveva lasciato affaticato e insicuro della sua capacità di guidare il paese.

“Ho passato ogni giorno a dedicare tutto me stesso alla ripresa economica e alla diplomazia per proteggere gli interessi del Giappone”, ha detto Abe ai giornalisti presso l’ufficio del primo ministro.

“È un onore per me aver potuto lavorare su una serie di questioni insieme alle persone durante questo periodo. Voglio ringraziare tutti dal profondo del mio cuore”.

La Dieta ha convocato una sessione straordinaria nel pomeriggio per eleggere il suo successore, con la vittoria di Suga una conclusione scontata poiché la coalizione di governo del LDP e il partner minore Komeito hanno la maggioranza in entrambe le camere. Ha ricevuto 314 voti nella Camera dei rappresentanti di 465 membri e 142 voti nella Camera dei consiglieri di 245 membri.

Dopo aver annunciato i membri del suo gabinetto, Suga è stato ufficialmente inaugurato in una cerimonia al Palazzo Imperiale. Il suo mandato durerà per il resto del mandato di Abe come leader LDP fino a settembre 2021.

Suga dovrebbe tenere la sua prima conferenza stampa come primo ministro in serata, con tutti gli occhi fissi sul fatto che accennerà allo scioglimento della Camera bassa e alla convocazione di elezioni anticipate.

A 71 anni e 9 mesi, Suga è il primo ministro più anziano a entrare in carica dai tempi di Kiichi Miyazawa nel 1991, un fatto smentito dalla sua famigerata etica del lavoro. Suga dice che si mantiene in forma facendo 40 minuti di camminata e 100 addominali ogni mattina.

Oltre ad affrontare il danno economico a breve termine che il coronavirus ha causato costringendo le persone a rimanere a casa e spazzando via il turismo dall’estero praticamente dall’oggi al domani, Suga avrà il compito di arginare il calo del tasso di natalità del paese e migliorare la sua triste salute fiscale.

L’imposta sui consumi alla fine dovrà essere aumentata dall’attuale 10% per coprire i crescenti costi della sicurezza sociale, ha detto Suga, anche se non per il prossimo decennio circa.

Sul fronte della politica estera, Suga dovrà mantenere un attento equilibrio tra gli Stati Uniti, il principale alleato per la sicurezza del Giappone, e la vicina potenza economica della Cina.

Ha promesso di continuare a lavorare per garantire il ritorno dei cittadini giapponesi rapiti dalla Corea del Nord negli anni ’70 e ’80 e di avviare negoziati con la Russia per risolvere una controversia territoriale e aprire la strada a un tanto atteso trattato di pace del dopoguerra.

Suga cerca anche di continuare gli sforzi per modificare la Costituzione del dopoguerra aggiungendo un riferimento esplicito alle Forze di autodifesa all’articolo 9 di rinuncia alla guerra, un obiettivo che Abe ha perseguito con vigore ma alla fine non è riuscito a raggiungere.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è disposto a lavorare con il nuovo primo ministro giapponese Yoshihide Suga per migliorare il rapporto bilaterale che è diventato più forte durante il mandato del predecessore di Suga, Shinzo Abe, ha detto la Casa Bianca mercoledì.

“Il rapporto tra Stati Uniti e Giappone non è mai stato così forte e il presidente Trump non vede l’ora di lavorare con il primo ministro Suga per renderlo ancora più forte”, ha detto la Casa Bianca in una dichiarazione rilasciata dopo che il nuovo leader è stato eletto nel parlamento giapponese lo stesso giorno.

Post collegati

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More