Agenparl
Image default
Home » GIAPPONE, IL PORTAVOCE DEL GOVERNO NON INDOSSA LA MASCHERINA IN CONFERENZA STAMPA

GIAPPONE, IL PORTAVOCE DEL GOVERNO NON INDOSSA LA MASCHERINA IN CONFERENZA STAMPA

(AGENPARL) – Roma, 01 luglio 2020 – Il principale portavoce del governo giapponese, che ha indossato maschere per il viso durante i briefing stampa due volte al giorno dopo la diffusione del nuovo coronavirus tre mesi fa, li ha abbandonati mercoledì nonostante Tokyo stia ancora lottando per contenere le infezioni.

“Ho deciso di togliermi le maschere dopo aver considerato il fatto che è passato un mese dalla revoca dello stato di emergenza e alcuni dicono che è difficile sentire la mia voce”, ha detto il segretario capo del gabinetto  in una conferenza stampa.

Suga fece la sua prima apparizione indossando una maschera durante una conferenza stampa il 6 aprile, quando il Primo Ministro Shinzo Abe annunciò la sua intenzione di dichiarare lo stato di emergenza il giorno seguente a Tokyo e altre sei aree urbane colpite duramente dal COVID-19. Lo stato di emergenza, che è stato successivamente esteso a tutta la nazione, è stato completamente revocato alla fine di maggio.

Tokyo, tuttavia, sta ancora lottando per frenare nuove infezioni tra le crescenti preoccupazioni per una rinascita. Proprio quando Suga ha iniziato a rinunciare alle maschere sul podio nell’ufficio del primo ministro, la capitale giapponese ha riportato 67 nuovi casi, il conteggio giornaliero più alto dal momento in cui è stato revocato lo stato di emergenza e superato i 50 per un sesto giorno consecutivo.

Nel mezzo della lotta del Giappone con COVID-19, Suga indossava una maschera di stoffa con un disegno cucito unico per la minoranza etnica Ainu nell’Hokkaido, nel nord del Giappone, che aveva lo scopo di respingere le malattie.

Post collegati

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More