(AGENPARL) – mer 13 ottobre 2021 Futuro Ue, Panza (Lega), da mesi solo parole, CofEu non sia ennesimo fiasco targato Ue
Bruxelles, 13 ott – “Dopo cinque mesi di sole parole e nessun passo in avanti significativo, si fa sempre più concreto il rischio che la Conferenza sul Futuro dell’Europa si riveli ciò che noi tutti temevamo: l’ennesimo fiasco targato Bruxelles, in cui le istituzioni Ue se la suonano e se la cantano, anziché fare la benché minima autocritica e riflettere seriamente su cosa non funzioni in Europa. Permangono molte riserve sulle modalità con cui è portata avanti l’iniziativa, per la macroscopica assenza di trasparenza e per la gestione dei lavori. Ho ricordato a Verhofstadt che il più alto esercizio, in una democrazia rappresentativa come è anche quella Ue, è rappresentato dal contributo dei parlamentari eletti dai cittadini, che sono pagati per svolgere questo compito, non i tavoli organizzati con le Ong o con cittadini apparentemente estratti a sorte. Dopo mesi tanta propaganda e zero concretezza, siamo ancora fermi con i lavori e solo oggi è pervenuto un documento su cui lavorare. Eravamo pronti a portare il nostro contributo per cambiare in meglio l’Ue, ma ancora una volta siamo alle prese con quello che appare l’ennesimo carrozzone improduttivo di Bruxelles, che non sta portando ad alcun risultato”.
Così in una nota Alessandro Panza, europarlamentare della Lega, componente della delegazione della Lega per la Conferenza sul Futuro dell’Europa, a margine dei lavori del panel svoltosi oggi a Bruxelles.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here