24.2 C
Rome
lunedì, Giugno 27, 2022

FERRARA RIVIVE IL FASCINO ESTENSE, IERI SPETTACOLI IN PIAZZA, STASERA SFILATA CON UN MIGLIAIO DI FIGURANTI STORICI

Must read

(AGENPARL) – sab 14 maggio 2022 IL VOLO DEL CARRO DI APOLLO DÀ IL VIA A RI.NASCIMENTI: “TORNA IN VITA IL FASCINO ETERNO E IMMORTALE DEGLI ESTENSI” QUESTA SERA IL MAGNIFICO CORTEO CON CIRCA MILLE FIGURANTI STORICI
Ferrara, 14 mag – È con un grande spettacolo di circa 30 attori, che ha ripercorso alcune allegorie del salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia che ieri, Ferrara, ha celebrato la prima giornata di Ri.Nascimenti, primo festival di rievocazioni storiche nel segno dei fasti degli Estensi, con un calendario lungo l’intero week end. La manifestazione è promossa dall’Amministrazione, organizzata da Ferrara Fiere congressi, con la collaborazione dell’Ente Palio di Ferrara e con il coinvolgimento di 21 compagnie e artisti da sette regioni d’Italia. Partecipano inoltre il CERS (Consorzio Europeo di Rievocazione Storica) e Wavents. All’appuntamento inaugurale di ieri era presente anche il sindaco Alan Fabbri. Il presidente della Fiera Andrea Moretti ha segnato l’avvio del festival: “Sarà – ha detto – una tre giorni di stupore e suggestione, in un mese simbolo della rinascita e in una città simbolo del Rinascimento, come è, appunto, Ferrara”.
Questa sera è atteso l’evento clou: la sfilata di circa mille figuranti storici delle otto contrade e della corte ducale dell’Ente Palio di Ferrara. Si parte alle 21 da piazzale Medaglie d’Oro, quindi per corso Giovecca e corso Martiri della Libertà, verso il cuore della città estense.
E domani alle 19 il salone dei Mesi sarà la cornice del concerto rinascimentale “Musica secreta” a Ferrara (su prenotazione). Da Isabella D’Este a Lucrezia Borgia. Si esibirà il Trio Ephemeris, con Simona Gatto (soprano, percussioni), Davide Gazzato: (liuto rinascimentale, flauti dolci), Gianluca Geremia (liuto rinascimentale, percussioni).
Per l’apertura, ieri, ai piedi della Cattedrale di Ferrara la Compagnia dei Folli di Ascoli Piceno, con il gruppo Voci dal Medioevo di Padova e gli arcieri dell’Ente palio di Ferrara hanno – con la regìa di Alessandro Martello – dato vita a una coreografia ispirata agli affreschi del mese di maggio di palazzo Schifanoia, inscenando il trionfo della divinità protettrice del mese, Apollo, il cui carro è stato trainato in piazza Trento Trieste da una immensa eliosfera che ha guidato il volo di una danzatrice aerea, sullo sfondo della Cattedrale. Prima di questo gran finale la piazza ha ospitato i balli di alcuni figuranti storici e il combattimento, figurato, tra trampolieri con abiti in stile. Il segno dei Gemelli – al centro del mese di Maggio, dipinto da Francesco del Cossa a palazzo Schifanoia – è stato così tradotto in scena con il duello tra sfidanti: “I due risvolti diversi della stessa anima”, ha spiegato il regista. “Riportiamo in vita il fascino eterno e immortale del Rinascimento estense”.

- Advertisement -

Correlati

- Advertisement -

Ultimi articoli