Agenparl
Image default
Home » FCI-CS:CONSIGLIO FEDERALE: APPROVATI BILANCIO 2019 E CONTRIBUTI PER LA RIPARTENZA

FCI-CS:CONSIGLIO FEDERALE: APPROVATI BILANCIO 2019 E CONTRIBUTI PER LA RIPARTENZA

(AGENPARL) – ven 31 luglio 2020 CONSIGLIO FEDERALE: APPROVATI BILANCIO 2019 E CONTRIBUTI PER LA RIPARTENZA
Tra gli altri argomenti trattati: presentato il progetto che prevede la nascita di un Think Tank
federale su temi legati al mondo della bicicletta, assegnati i tricolori crono juniores (Orsago) e
diversi titoli della pista sempre per gli juniores (a Pordenone e Dalmine).
Roma, 31 luglio 2020 – Il presidente Renato Di Rocco ha aperto i lavori del Consiglio dei Presidenti
Regionali e il nono Consiglio Federale del 2020 facendo un quadro della situazione generale:
“L’attività sta pian piano ripartendo. La nostra decisione di spingere per la ripresa nelle singole
regioni ha pagato, ha avuto la generale approvazione da parte dell’ambiente e le nostre linee
guida specifiche per i dilettanti sono utili ad altre Federazioni che ancora non sono riuscite a
riprendere l’attività. Ci sono ancora problemi, legati alla condizione generale del Paese, e
attendiamo i prossimi passi del Governo a fine mese, ma grazie anche al grande lavoro di Roberto
Sgalla, che ringrazio pubblicamente, siamo riusciti a risolvere numerosi singoli problemi,
mantenendo contatti con le singole Questure lì dove sono sorti.”.
Su questo argomento il presidente della Commissione Nazionale Direttori di Corsa e Sicurezza
Roberto Sgalla ha fornito alcuni consigli al fine di un positivo accoglimento della domanda. Tra
questi: presentare la documentazione con adeguato anticipo, assicurare quanto previsto dai
protocolli e impegnarsi attivamente a controllare l’assenza di pubblico.
Il presidente ha dedicato un passaggio delle sue comunicazioni al progetto 2Milioni di Km,
l’iniziativa di charity lanciata da BikeEvo con la collaborazione di Dynamo Camp e Federazione
Ciclistica: “Il progetto sta coinvolgendo grandi aziende e numerosi personaggi del mondo sportivo
e della società civile. Parte dell’attività di charity sarà a favore del nostro settore giovanile e la
Commissione è già al lavoro per identificare i campi di intervento, per disegnare un iter nella
massima trasparenza.”
Altro progetto che sta partendo in queste settimane riguarda la tessera UrbanBike, pensata per
tutti coloro che utilizzano la bicicletta per le attività quotidiane. Un’iniziativa che rientra nella
strategia più ampia della Federazione di allargare lo sguardo oltre la semplice attività sportiva.
Riguardo il congelamento delle categorie, il Presidente ha ricordato che vi sono difficoltà, a livello
internazionale, perché in molti paesi queste sono legate a leggi dello stato ed è più difficile
intervenire. Anche in Italia vi sono vincoli legati al decreto sanitario, eventualmente da modificare.
“Si affronterà l’argomento in occasione del prossimo congresso UCI durante i Mondiali strada in
Svizzera, il 22 e 23 settembre prossimi. Nel frattempo la nostra Struttura tecnica sta elaborando un
progetto alternativo da applicare sul territorio nazionale qualora non si riesca a realizzare a livello
internazionale.”
Situazione dei velodromi. Per quanto riguarda Spresiano la Federazione sta ultimando la trattativa
con Pessina per la rescissione del contratto. Una volta raggiunto l’accordo questo dovrà avere
Relativamente a Montichiari, proprio oggi il presidente Di Rocco, unitamente al Segretario
Generale, ha partecipato ad un incontro per definire le opere necessarie al fine di riportare
l’impianto a norma. Nel frattempo continua l’attività delle Nazionali, autorizzate in via esclusiva
all’utilizzo.
“Riguardo questo aspetto – ha voluto precisare il massimo dirigente federale – voglio ricordare
come in questi mesi i tecnici delle Nazionali hanno intensificato l’attività di convocazione,
coinvolgendo oltre 120 atleti. E’ stato un grande lavoro, molto apprezzato da società ed atleti, che
ha permesso di valutare e testare numerosi atleti, utilizzando in modo proficuo questi mesi e
rafforzando il rapporto tra società e tecnici nazionali.“.
In ultimo Di Rocco ha illustrato il Consiglio delle risultanze dell’incontro con il Capo di Gabinetto
del Ministero delle Politiche giovanili e dello Sport Giuseppe Panebianco: “La Federazione, con
Pinocchio in Bicicletta, già dal 2009, ha affrontato i temi sociali legati alla salute, alla corretta
alimentazione e all’ambiente. Abbiamo chiesto di essere coinvolti ufficialmente nel Comitato
nascente presso il MIt che si occuperà della mobilità, come soggetto istituzionale.” Durante la
riunione del Consiglio è arrivata la conferma di coinvolgimento nell’Unità di missione, guidata dal
Prof. Giuseppe Catalano.
In quest’ottica è stato presentato, sempre in apertura dei lavori, il progetto del Settore Studi di
realizzazione di un Think Tank federale per rendere presenti e visibili in tempo reale le proposte
strategiche ed operative della Federazione in ambito economico, di sicurezza e mobilità, di
turismo, di cicloturismo, benessere, promozione, formazione ed educazione, oltre all’ambito della
prestazione sportiva a tutti i livelli.
Nella presentazione del progetto è stato chiarito, da parte del vice presidente vicario Daniela
Isetti, che la Federazione, attraverso il suo Settore Studi, vuole assumere un ruolo centrale nel
dibattito sulla bici come mezzo per la mobilità, per la mobilità sostenibile, per il cicloturismo, come
settore economico, come nuovo modello di sviluppo della società e di responsabilizzazione nei
confronti delle future generazioni.
La Federazione, con questo progetto, si auspica di raggiungere un ruolo strategico primario di
interlocuzione ed attuazione delle dinamiche relative alla bicicletta: dall’educazione civica nelle
scuole, alla formazione per lo sport, dal coinvolgimento dell’opinione pubblica, alla
sensibilizzazione sui temi della mobilità alternativa, al turismo sportivo a tutela dell’ambiente,
all’inclusione sociale, fino alla formazione manageriale e dirigenziale in questo settore.
Il Think Tank si comporrà di figure e professionalità proprie della Federazione in grado di
sviluppare un insieme di contenuti e proposte che la pongano al centro di questo dibattito
culturale. In questa fase di ideazione è stato già stato costituito un primo nucleo di lavoro,
pianificate metodologie operative, identificati set di strumenti di dialogo e di lavoro che verranno
illustrati con una comunicazione specifica.
BILANCIO 2019 – E’ stato approvato il bilancio 2019 che si è chiuso con un avanzo economico di 1,6
milioni, di cui 200 mila vanno ad incrementare il fondo di dotazione, che passa così a 800 mila

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More