Image default
Editoriale Politica Estera Scienza e Tecnologia Social Network Sociale

Facebook ha annunciato che sta producendo un nuovo dispositivo a comando vocale chiamato Facebook Portal

(AGENPARL) – Roma, 08 ottobre 2018 – Facebook ha annunciato lunedì che sta producendo un nuovo dispositivo a comando vocale chiamato Facebook Portal che verrà fornito con uno schermo, una videocamera e un microfono.

Il nuovo dispositivo smart home include anche un assistente vocale Amazon Alexa sempre in ascolto, ed è probabile che porti un nuovo scrutinio a una società che sta già affrontando il problema di diverse controversie sulla privacy dei dati.

Facebook offrirà il nuovo dispositivo in due diverse dimensioni di display. Permetterà agli utenti di chattare tra loro tramite la propria connessione a Facebook Messenger, utilizzare l’assistente AI Alexa e guardare e ascoltare musica e programmi TV.

Facebook, anticipando le domande sulla sicurezza, ha preso atto di diverse misure di sicurezza nel suo comunicato stampa sul portale e ha creato un’intera pagina separata che ne promuove la sicurezza.

Gli utenti possono disabilitare la fotocamera e il microfono del dispositivo con i loro telefoni cellulari. Portal viene fornito anche con una custodia per fotocamera che i proprietari possono utilizzare per bloccare fisicamente la sua fotocamera.

Il portale è disponibile per il preordine a partire da lunedì e verrà spedito a novembre.

Anche con le garanzie, il nuovo prodotto è suscettibile di attirare alcune lamentele.

Facebook ha annunciato lo scorso mese che 50 milioni di account degli utenti erano stati compromessi in un hack.

Facebook ha anche subito un esame accurato all’inizio dell’anno dopo che la notizia ha rotto i dati di 87 milioni dei suoi utenti ottenuti impropriamente dalla società di ricerca britannica Cambridge Analytica.

Nutrire ulteriore preoccupazione è che la capacità del prodotto di collegarsi a Facebook Messenger significa che gli utenti devono accettare le politiche sulla privacy dei dati di Facebook, che i critici hanno contestato come potenzialmente troppo invasivo.

L’accordo sulla privacy dei dati conferisce a Facebook la possibilità di raccogliere informazioni dettagliate sui suoi utenti come “persone, pagine, account, hashtag e gruppi a cui sei connesso e come interagisci con loro attraverso i nostri prodotti, come le persone con cui comunichi più o gruppi di cui fai parte. ”

Related posts

Al Jazeera English-2018-09-25 00:30

Redazione Redazione

St. Louis Fed-2018-08-29 02:30

Redazione Redazione

CSM 4PWRR-2018-09-11 18:12

Redazione Redazione

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More