(AGENPARL) – mer 13 ottobre 2021 Equo compenso: Pittalis (FI), per FI è battaglia per tutela diritti e prestazioni professionali
“La pandemia ha accentuato note criticità con cui le libere professioni si scontrano ormai da anni: rivoluzione digitale, trasformazione del mondo del lavoro, congiuntura economica, calo reddituale”, ha spiegato. Ora, “finalmente riportiamo, grazie al fattivo contributo di Forza Italia, al centro del dibattito un tema così importante”: “tutelare il professionista rappresenta oggi un dovere del legislatore, per non lasciare spazio a patti leonini destinati a danneggiare i professionisti stessi, perché senza un’equa e giusta retribuzione non vi è dignità per chi lavora, ce lo dice anche la Costituzione all’articolo 36”. Così il deputato di Forza Italia, Pietro Pittalis, annunciando in Aula a Montecitorio il voto favorevole del partito azzurro al provvedimento relativo alle disposizioni in materia di equo compenso delle prestazioni professionali.
“Quella sull’equo compenso non è una battaglia di cartello, e soprattutto non è una battaglia sindacale. Per Forza Italia è una battaglia per la tutela effettiva dei diritti e delle prestazioni professionali”. “Grazie a un emendamento di Forza Italia – ha continuato Pittalis – abbiamo esteso la platea dei professionisti che saranno tutelati nell’espletamento delle loro prestazioni per opera intellettuale, includendo anche le cosiddette professioni non regolamentate. Siamo fieri di avere contribuito ad estendere il novero dei soggetti obbligati al rispetto delle disposizioni in tema di equo compenso ai contraenti forti. I nostri professionisti non saranno più umiliati da bandi pubblicati dalle pubbliche amministrazioni a zero compensi. Ed è grazie a un emendamento fortemente voluto da Forza Italia che si è risolta una delle criticità che inquinavano la materia, quella inerente l’efficacia temporale della disciplina dell’equo compenso rispetto ai rapporti pregressi”.
“L’iter della proposta di legge sull’equo compenso – ha aggiunto – “è il risultato positivo dell’intenso e scrupoloso “lavoro svolto nella commissione Giustizia”, che ha visto “un grande contributo di Forza Italia”, impegnata sul tema sin dal 2018, con una proposta di legge firmata dall’onorevole Mandelli e dall’allora capogruppo Gelmini, che ha posto le basi per il “riconoscimento del principio nella legge di bilancio del 2018”.
​​​​Ufficio Stampa Gruppo Forza Italia -Berlusconi Presidente
Camera dei deputati – Via degli Uffici del Vicario n. 21 – 00186 – Roma
Sito del Gruppo Forza Italia Camera
https://www.gruppoforzaitalia-berlusconipresidente.it/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here