(AGENPARL) – gio 21 ottobre 2021 [Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui](https://cronacacomune.musvc2.net/e/r?q=Lu%3d95LvJ_3sYq_D3_xrdr_87_3sYq_C8gaqVlZ.pEg0wKv.4zE_xrdr_87q_JWta_TlIyD.gJ1P_xrdr_87_3sYq_D8lDs_JWta_UjI7U2Vm_JWta_Ug0x_JWta_UjEF5m_IbuV_Tl_JWta_UjMy_JWta_TlP6S–F_IbuV_SGP_xrdr_951N_xrdr_8W._3sYq_D6n-UKH_xrdr_92p9A_IbuV_SGP_xrdr_951H_xrdr_8WA_JWta_TlU_3sYq_D3-_xrdr_8W9_JWta_UjG7_JWta_TBAG8hYFG7_IbuV_Tlar_IbuV_3g2lToF6P9RTdWo%26i%3dRKX0WJ%266%3dsL4NiS.y7z%2604%3dS0XIZ%26r%3dR%26y%3dS7WHW%26u%3dSEbE%26K%3d-BaASHaCZKa&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
Ufficio Stampa del Comune di Ferrara
0532-419.338 / 451 / 244 (fax 0532-419.263)
CRONACA COMUNE – La newsletter del 21 ottobre 2021
VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore nella mattinata di sabato 23 ottobre 2021
[Circolazione momentaneamente sospesa per il corteo dell’Avis a Ferrara](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=6%3dCdLWHc%262%3dT%26z%3dUGYIY%265%3dUFdO%26N%3dtN0I_4uis_E5_8tet_H9_4uis_D0CP9.78Hz5s4oI3Nz9.yM_4uis_D04H6CFBq_Lgvb_VvWEVPZ_4uis_D0sB44m5q75EmTyHz9-3Hy94MmHu4y94Mq-M5L2994-uF-sH4NuH-p92EmPyL.tN3E%26p%3dGAL87H.GqN%26yL%3dCXMaJ&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
21-10-2021
Per consentire lo svolgimento, a Ferrara, del corteo organizzato per celebrare il 54° anniversario della fondazione dell’Avis comunale, sabato 23 ottobre 2021 dalle 10 è prevista la sospensione della circolazione di tutti i veicoli per il tempo strettamente necessario al passaggio dei partecipanti lungo il percorso: corso Giovecca, corso Martiri della Libertà, corso Porta Reno, via Kennedy, via Donatori di Sangue, via San Romano, piazza Trento Trieste, piazza Cattedrale e piazza Municipio.
BIBLIOTECA ARIOSTEA – Venerdì 22 ottobre 2021 alle 17 presentazione libro in sala Agnelli e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web
[‘Sotto le palpebre’, pensieri in poesia di Edoardo Penoncini](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=6%3d8eHWCd%26x%3dT%26u%3dVCYDZ%261%3dUAeK%26N%3doO6I_yves_06_4tZu_D9_yves_9A9P4.84Hu6o4jJyNu0.uM_yves_9AzH1DBBl_McvW_WrW0WLb_yves_9A5H14h6mO1-El-KmEw0nKl-KqGzDqKp-Dz-Iv05Bh-9u-8kJmKkJ-28uJz6pIu.A1Hx%267%3dtP5OjW.z81%26D5%3dTAbJa&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
21-10-2021
Si intitola ‘Sotto le palpebre’ la nuova raccolta di liriche di Edoardo Penoncini che venerdì 22 ottobre 2021 alle 17 sarà presentata nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web (per accedere [clicca qui](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=6%3dLgJWQf%26z%3dT%269%3dXEYRb%263%3dUOgM%26N%3d3Q8ID_Oevk_Zo_Klzd_U1_Oevk_YtPHT.CHFQ95z.03F_Cxgs_MCqAvK287_Oevk_YtxXX_oA5kUueZa0baIsIP4v8oMcWD%26r%3dFFP06M.KsM%264P%3dEWReL&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)). Nel corso dell’incontro, dialogherà con l’autore Zena Roncada.
LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)
A tre anni dall’ultima raccolta in italiano (L’occhio profondo, Al.Ce. 2018), Edoardo Penoncini torna con «Il libro dei suoi settant’anni… ricorrenza calendariale avvertita» quasi a richiamare astrologicamente la chiusura di un ciclo e i periodi critici del corso della vita. Una raccolta che rappresenta il congedo lirico (almeno per quanto riguarda l’uso della lingua italiana) e «il pacato bilancio consuntivo dell’esistenza di uno “stanziale” uomo di pianura… È nella sobria elegia di un mondo piccolo riassorbito dall’esperienza che l’ispirazione di Penoncini, scaldata da un affetto mai così vivo e fedele, attinge gli esiti più alti, trovando d’istinto le espressioni più nitide, le parole più proprie e fresche. Senza condiscendenze all’oleografismo idillico o al patetismo ricattatorio di una laudatio temporis acti, informano queste liriche verità di accenti, vigore evocativo, aderenza solidale alle cose». Dalla Prefazione di Marzia Minutelli.
Edoardo Penoncini, nasce nel 1951 ad Ambrogio, come si nasceva una volta, ama dire. Ha insegnato lettere nella scuola secondaria, scrive in italiano e in dialetto e ha pubblicato undici raccolte, tra cui “Qui non si arriva di passaggio. Ferrara, musa pentagona” (2013), “Vicus felix et nunc infelix. La luce dell’ultima casa” (2015), “L’occhio profondo” (2018), “Al fil źrudlà” (2015), “Scartablàr int i casìt” (2018), “Al parèa uƞ fógh ad paja” (2019).
► L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli (senza limitazioni di capienza) è consentito con Green pass e mascherina.
Per assistere alle dirette o rivederle in differita sarà sufficiente collegarsi al canale YouTube del Servizio Biblioteche [https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=5%3dHhIVMg%26y%3dS%265%3dYDXNc%262%3dTKhL%26M%3dyR7H0_Pdug_an_Jh1c_Tw_Pdug_ZsODU.BGBR84v.A2E_9yfr_IDp0rL173_Pdug_ZswTY_n01lTtaaZ9XbHrEQ3r9nLbSE%26q%3dEBQ95I.LrL%26zQ%3dDVNfK&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: [http://archibiblio.comune.fe.it](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=8%3dLbFYQa%26v%3dV%269%3dSAaRW%26y%3dWObI%26P6v3k%3d3L4K_Cscu_N3_2vnr_BA_Cscu_M8kMx0s744vD0.5yHFFo.Az.A4%269%3d8M3QxT.x0E%26A3%3dVOYHc&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
FIERE E MERCATI – Sabato 23 e domenica 24 ottobre 2021 (dalle 9 alle 18) al parco Marco Coletta
[Appuntamento ai giardini del Grattacielo per due giornate dedicate al “Mercato degli OPI (Opere per l’ingegno)”](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=9%3dDcQZIb%267%3dW%261%3dTLbJX%260%3dXGcT%26Q%3duMEL_5tnv_F4_Cwfs_MB_5tnv_E9HS0.6CK14x7pH8Q18.4P_5tnv_E99K7BKEr_Klyc_U1ZFULY_5tnv_E98A57n4v6vPvG0.D7F7%260%3dzNDRpU.9A7%26BD%3dWGZSd&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
21-10-2021
Il calendario delle iniziative promosse negli ultimi mesi all’interno del parco Marco Coletta ai piedi del Grattacielo, uno spazio finora inconsueto della città ma ormai riscoperto da tanti ferraresi, si arricchisce nel finale dell’autunno di un nuovo appuntamento, una vera e propria anteprima. Sabato 23 e domenica 24 ottobre 2021 (dalle 9 alle 18) il giardino ospiterà infatti il “Mercato degli OPI (Opere per l’ingegno)” organizzato dall’agenzia di eventi LMSHOW ([www.lmshow.it](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=4%3dLeOUQd%265%3dR%269%3dVJWRZ%268%3dSOeR%26L2v6t%3d3OCG_Cvlq_N6_Arnu_K7_Cvlq_MAFNH.G6J3JF.0E%269%3d6LDQvS.90C%260D%3dVMXSc&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)). A disposizione dei visitatori saranno presenti quattordici banchi di espositori che, grazie al loro ingegno, sanno trasformare cuoio, pelle, stoffe, legno, pannolenci e altro materiale in prodotti originali e utili sia per le nostre case sia da regalare.
“Ringrazio gli organizzatori e gli espositori che hanno accettato la mia idea e la scommessa di allestire una prima mostra mercato nel cuore del giardino, segnale di attenzione, novità, cambiamento e di socialità – ha affermato l’assessore del Comune di Ferrara alle Attività Produttive, Fiere e Mercati Angela Travagli – Saranno sicuramente due giornate intense e insieme l’ultima occasione per visitare “Una mostra per il grattacielo”, l’allestimento formato da dieci pannelli dedicati alla storia del Grattacielo. Realizzata dagli allievi dall’Istituto Aleotti la rassegna è da 15 giorni presente nel parco Coletta ma sarà presto trasferita a Casa Niccolini. A ulteriore conferma della grande vivacità della zona – ha poi aggiunto l’assessore Travagli – sempre domenica 24 ottobre (alle 10.30) lo spazio polivalente del parco ospiterà un torneo di calcetto quadrangolare nell’ambito della “Festa della legalità e della Responsabilità’.”
VOLONTARIATO – Cene al Vergani, una lotteria nazionale, banchetto al Palasport e un’asta con le maglie della Spal. Assessore Coletti: “Fieri per tutte le forze messe in campo a sostegno della fragilità”
[Tante interessanti iniziative per dar vita al progetto di solidarietà di IBO Italia “I-CAR – Un pulmino attrezzato per Carmela”](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=A%3dDcTbIb%260%3dY%261%3dTOdJX%26C%3dZGcW%26S%3duMHN_5tqx_F4_Fyfs_PD_5tqx_E9KU0.6FM1419pHAS18.7R_5tqx_E9BM7BNGr_Ko1c_U4bFUOb_5tqx_E97029n4y.AHKy%267%3dAS6O1Z.18H%26G6%3dTReKa&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
21-10-2021
“Partecipiamo oggi insieme ad un momento importante e di grande valore per la città. Sono affiancata da tanti partner, tante persone, tanti cittadini impegnati in iniziative a sostegno della fragilità attraverso un progetto audace, che mira ad aiutare concretamente una nostra concittadina e la sua famiglia in grave difficoltà. Come Amministrazione non possiamo che essere davvero fieri per tutte le forze e le energie che sono state messe in campo in questa occasione”. Così l’assessore alle Politiche Sociali e Abitative del Comune di Ferrara Cristina Coletti ha aperto l’incontro odierno (21 ottobre 2021) nella residenza municipale per presentare il progetto di solidarietà di IBO Italia “I-CAR – Un pulmino attrezzato per Carmela” nel quale l’associazione di volontariato è impegnata fin dallo scorso agosto.
Alla conferenza stampa erano inoltre presenti Dino Montanari (direttore IBO Italia), Luca Peruzzi (direttore Emilbanca), Enrico Menegatti (addetto stampa SPAL), Marco Orlandi (consigliere IBO Italia), Loredana Elia (public affairs specialist di LyondellBasell), Maria Marcella Bonzagni (vicepresidente Istituto Orio Vergani). Avevano dato la loro adesione anche Giorgio Piacentini (presidente della Casa di Cura Quisisana) e Franco del Moro (direttore Generale Basket Kleb Ferrara) impossibilitati a partecipare.
“Ibo Italia è un’associazione storica, a Ferrara da oltre 30 anni, che mira soprattutto a formare giovani volontari un po’ in tutto il mondo, per riportare poi le loro esperienze nelle città di appartenenza e metterle al servizio della collettività.- ha esordito così direttore di Ibo Italia Dino Montanari, ringraziando a sua volta l’Amministrazione per la collaborazione al progetto – I nostri progetti legati alla cooperazione internazionale negli ultimi due anni purtroppo sono stati completamente azzerati. Quest’anno, fra le tante attività, ci siamo impegnati in particolare a fianco di una concittadina colpita da sclerosi multipla, bisognosa di supporto per essere accompagnata nel peggioramento della sua malattia. Abbiamo così proceduto all’acquisto di un nuovo pulmino attrezzato mettendo in campo una serie di iniziative che ci possano consentire di coprire il costo di 25.600 euro. Siamo pertanto partiti ad agosto – ha aggiunto il direttore Montanari – con diverse iniziative come gli aperitivi nella sede di via Boschetto, momenti di “gioco con delitto in piazza”, anche a Imola e a Parma dove hanno avuto grande adesione. E il programma proseguirà ancora. In calendario nei prossimi giorni due cene all’istituto Orio Vergani, un banchetto all’interno del Palazzetto dello sport, una lotteria nazionale, il confezionamento di pacchetti di Natale nei negozi. Diversi i contributi ottenuti, come quello della Spal che ha donato maglie di calciatori da mettere all’asta durante le cene. L’intero progetto mobiliterà circa 350 volontari per circa mille ore di lavoro”. L’incontro in Municipio è stato poi occasione per diffondere la pubblicazione dedicata ‘Bilancio sociale 2020′ realizzato dall’Associazione.
Il progetto: I-Car – un pulmino attrezzatop per Carmela
L’auto che la famiglia usa per trasportare Carmela è ormai superata; piccola e senza adeguata attrezzatura per il sollevamento, l’autovettura non è più in grado di soddisfarne i bisogni. Venuti a conoscenza del problema come associazione, ma soprattutto come persone, ci siamo sentiti chiamati in causa. Crediamo sia opportuno, come collettività, farcene carico per sollevare la famiglia da un onere ingiusto e gravoso. Abbiamo quindi deciso di donare a Carmela un pulmino attrezzato che possa permetterle di spostarsi e andare in vacanza con i propri cari, comodamente e in sicurezza. Sostienici subito, rendiamolo una realtà! IBO Italia rivolge la propria attività principalmente a favore dei giovani, offrendo loro la possibilità di fare esperienze significative di volontariato e a favore delle popolazioni dei paesi del Sud del Mondo, con
progetti di sviluppo in ambito educativo e formativo. Con il peggioramento delle condizioni sociali negli ultimi due anni a causa della pandemia, abbiamo constatato quanto bisogno ci sia anche attorno a noi, qui in Italia. Senza dimenticarci di coloro che vivono nei paesi del sud del mondo, abbiamo quindi deciso di concentrare parte dei nostri sforzi per un progetto sul nostro territorio e per la nostra città: acquistare un pulmino attrezzato da donare ad una famiglia numerosa, la cui mamma è costretta a letto da anni a causa di una grave malattia genetica che l’ha colpita nel 2002. Il suo nome è Carmela.
Sopraggiunta in età adulta, quando era già mamma di quattro splendidi figli, la Sclerosi Multipla ha piano piano debilitato il suo fisico, non permettendole più di camminare e poi di muoversi. All’inizio è stato tutto molto lento, ma negli ultimi 6 anni Carmela ha perso progressivamente la possibilità anche di parlare, di mangiare e di muovere qualsiasi parte del corpo, tranne gli occhi. Carmela, che oggi ha 56 anni, ha lavorato con i bambini sordi come logopedista e maestra d’asilo. Molto attiva anche in parrocchia, dove è stata catechista e direttrice del coro. Ama la musica (adorava cantare e suonare la chitarra) e la montagna. Nonostante le difficoltà e le salite, Carmela raggiunge ancora oggi rifugi e malghe insieme ai sui famigliari. E vuole continuare a farlo!
Negli ultimi tempi l’auto che hanno sempre usato per trasportarla non è più idonea. Essa è dotata di un sistema di sollevamento a gru che consente, con un’imbragatura, di sollevarla dalla carrozzina e di metterla sul sedile del passeggero davanti. Questo sistema, installato quando ancora riusciva a compiere qualche movimento con il fusto e le braccia, negli ultimi anni è diventato rischioso, lo spazio di manovra per inserirla in macchina è molto stretto e non le consente di avere un buon sostegno per la testa. Occorrono inoltre almeno 3 persone per caricarla e scaricarla dalla macchina, senza pensare a quanto questo sistema sia diventato pericoloso: nel 2019 si è rotta una gamba cadendo durante un trasporto.
La famiglia necessita quindi di un pulmino attrezzato che possa garantire a Carmela più comfort e sicurezza. Lei ha voglia di vivere, di vedere le cose, di stare all’aperto e soprattutto di fare tutto quello che fanno le altre persone. Senza macchina e senza soprattutto la possibilità di spostarla in sicurezza, sarebbe costretta a muoversi solo attorno a casa. Per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto! Avremmo voluto partire con la raccolta già dallo scorso anno, ma consapevoli che alcune attività di raccolta sarebbero state in presenza, non ce la siamo sentiti di rischiare di fronte alla concreta possibilità di un secondo lockdown, che a quel punto avrebbe vanificato i nostri sforzi. Abbiamo quindi rimandato al 2021, ed eccoci qui ora, pronti per iniziare. Il pulmino è già stato ordinato e fermato con una caparra di 500 euro. La consegna è prevista per il 5 febbraio 2022. Il pulmino è un FORD Custom Combi Trend 130cv 320 L1 (O1FA) Diesel, una volta acquistato sarà modificato e dotato di sollevatore per la carrozzina, oltre di una particolare disposizione interna dei sedili che permetteranno il blocco della carrozzina durante la marcia e l’accompagnamento di una persona a fianco di Carmela.
————————————————————
Date delle prossime iniziative:
22/10/2021 Gioco con delitto in piazza a Modena
05/11/2021 Cena all’Orio Vergani
06/11/2021 Gioco con delitto in piazza a Imola
31/10/2021 Banchetto all’interno del Palazzetto in occasione di Basket Kleb Ferrara – San Severo
17/12/2021 Cena all’Orio Vergani con asta benefica maglie della SPAL autografate da capitan Vicari 23 e Mancosu 8
Altre iniziative:
Lotteria nazionale per la raccolta di fondi a supporto Confezionamento pacchetti di Natale nei negozi (Ipercoop – Tigotà – Toys, altri in fase di contatto)
La forza e l’importanza del Volontariato
Le iniziative fino ad ora realizzate hanno contribuito alla raccolta di circa 9.000 euro. L’impegno dei volontari impegnati, compresi quelli previsti per le prossime attività, sono calcolabili in circa 350 per circa 1.000 ore di volontariato.
Segui la campagna su ideaginger.it
BIBLIOTECA ARIOSTEA – Sabato 23 ottobre 2021 alle 10,30 incontro in sala Agnelli. Aperte le iscrizioni
[Con il Gruppo di lettura “LeggerMente” si parla de “I quattro maestri” di Vito Mancuso](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=0%3d4ZFa9Y%26v%3dX%26q%3dQAc0U%26y%3dY7ZI%26R%3dkJ4M_uqcw_61_2xVp_BC_uqcw_567Tz.32Lq1m8fEwRq5.sQ_uqcw_56xLw90Fh_HazS_Rpa6RAb_uqcw_56mLq-9v-DuKzMr-4s-IhJ4Ru1-vBj7oOp5xQh-Is-MdHv8-g5-s-Nx14QuE-w8hI4Ol-4s-SlJy-JdDmRvE.rQpB%26n%3dJxI605.DoQ%26lI%3dA8d1ka0XH&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
21-10-2021
Sarà dedicato alla seconda parte del libro di Vito Mancuso “I quattro maestri” il nuovo incontro del Gruppo di lettura “LeggerMente” in programma sabato 23 ottobre 2021 alle 10,30 nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara).
LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)
“I quattro maestri” di Vito Mancuso /2
Il gruppo di lettura dedicato alle “discipline della mente” questo mese si occupa della seconda parte del libro di Vito Mancuso e, dopo Socrate e Buddha, esamina le figure di Confucio e Gesù.
LeggerMente è nato nel 2015 alla biblioteca Bassani con l’intento di approfondire la lettura di alcuni testi di saggistica con particolare riguardo alla psicologia, alla filosofia e alle neuroscienze. Fra i testi esaminati negli anni: S. Freud, Psicologia delle masse e analisi dell’Io; S. Freud,Il disagio della civiltà; V. Mancuso, Il bisogno di pensare; M. Recalcati, L’oradi lezione; U. Galimberti, La parola ai giovani; E. Fromm, Fuga dalla libertà; A.Guglielmi, Il linguaggio segreto del corpo; A. Carotenuto, L’anima delle donne;A. Semi, Il narcisismo.
► L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli (senza limitazioni di capienza) è consentito con Green pass e mascherina.
Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: [http://archibiblio.comune.fe.it](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=7%3dKZAXPY%26q%3dU%268%3dQ6ZQU%26t%3dVNZD%26O5u1f%3d2JyJ_BqXt_M1_wump_70_BqXt_L6fLw8n632qC9.3tGEDj.0y.9y%268%3d7KxPwR.s9D%269x%3dUNWCb&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
CON LE FRAZIONI – Vicesindaco Lodi: tanta voglia di ascolto, servizi e decoro urbano. Fatti già sopralluoghi per mettere in calendario interventi
[Strade, cura del verde e richiesta di occasioni di socialità per l’area est di Ferrara](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=A%3d4gLb9f%262%3dY%26q%3dXGd0b%265%3dZ7gO%26S%3dkQ0N_uxix_68_8yVw_HD_uxix_5CCUz.08Mq8s9fL3SqB.yR_uxix_5C4MwFFGh_Og1S_Yvb6YGe_uxix_5C9Ru9d8q8tC-fR89-gB2-ThOtC-h-P5Al82Gw8-6Cu-C893F5Ll-88Cd-B9R-iB8PdOq.FwJ2%26B%3dpR9TfY.4Cw%26F9%3dY7dNf&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
21-10-2021
Tante richieste in merito alla manutenzione delle strade, alla cura del verde, al recupero degli edifici e non solo, al bisogno di aggregazione e di servizi al cittadino: questi i temi maggiormente sollecitati dai cittadini delle frazioni di Albarea, Denore, Viconovo, Villanova e Parasacco, nell’area est del territorio comunale, come è emerso dalla rendicontazione della seconda tappa del tour del progetto “Con le Frazioni” che è stata fatta giovedì 21 ottobre 2021 nella sala residenza municipale. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il vicesindaco Nicola Lodi e la responsabile dell’Unità operativa Relazioni con il pubblico, progetto frazioni e statistica Cinzia Graps.
“Numeri veramente importanti – ha fatto notare il vicesindaco Lodi – quelli dei cittadini coinvolti in questo processo di partecipazione per una parte abbastanza vasta del territorio comunale di Ferrara, che è anche quella più distante dalla città. Sono stati infatti 852 i nuclei familiari ai quali sono stati mandati i questionari e la lettera di invito per gli appuntamenti e gli incontri che abbiamo organizzato in ciascuna delle frazioni dal 30 agosto al 17 settembre. Dalle risposte date ai questionari emerge una voglia di ascolto e di confronto molto importante, con particolare attesa per risolvere problemi legati alla cura del verde, manutenzione e strade, all’aggregazione e alla socialità. La sicurezza in queste borgate non risulta essere al centro dei problemi, mentre ci hanno segnalato in molti la necessità di avere punti di incontro, scambio e socializzazione. In particolare a Viconovo e a Villanova ci hanno chiesto poi attenzione per il Monumento ai Caduti, a cui i cittadini tengono molto. Provvederemo compatibilmente con i tempi tecnici, perché per ottenere i risultati migliori e più duraturi occorre che questo tipo di opere venga fatto andando incontro alla bella stagione. Al termine del tour, una giornata intera è stata dedicata ai sopralluoghi con i tecnici, per mettere in programma interventi che verranno eseguiti in parte il prossimo anno, ma anche nei successivi”. Il vicesindaco ha sottolineato la volontà a investire ulteriori risorse sulle frazioni (“chiederò di mettere in bilancio un milione di euro per poter dare risposte concrete e risultati tangibili in tutto il forese”) e ha spiegato che l’impegno a essere presenti come amministrazione comunale su tutto il territorio non si limita alle tappe del tour ‘Con le frazioni’. Lodi ha detto: “L’attenzione del Comune non si ferma. Sto ad esempio già programmando una visita a San Martino insieme con il sindaco Alan Fabbri per incontrare i residenti in occasione della giornata di mercato di sabato 6 novembre”.
“Nell’area est del territorio ferrarese dove ci sono state le tappe del secondo tour nelle frazioni – ha rimarcato la responsabile di Urp e progetto frazioni Cinzia Graps – abbiamo raccolto 144 riscontri, che hanno generato oltre 650 richieste, che riguardano appunto la gestione del verde, delle strade, tante esigenze per potere avere momenti di aggregazione e punti di riferimento di servizio ma anche di incontro, come potrebbe essere la presenza di un mercato rionale. Insieme al vicesindaco, a diversi funzionari e ai vertici di Ferrara Tua siamo tornati per prendere in mano le problematiche che sono emerse e procederemo con incontri con gli assessori ai Lavori Pubblici Maggi, al Commercio Fornasini, al Patrimonio e Mercati Travagli, alla Cultura Gulinelli, alle Politiche Sociali Coletti, alla Pubblica Istruzione Kusiak e alle Politiche Giovanili Guerrini per cercare di dare soluzioni e avviare interventi nelle zone più distanti dal centro cittadino. Il lavoro è enorme, perché riguarda temi molto sentiti che meritano di essere tutti attenzionati. I cittadini ci chiedono di fare tante cose, ma apprezzano anche soltanto la possibilità di avere momenti di ascolto e confronto con l’Amministrazione”.
In allegato – scaricabili in fondo alla pagina – la rendicontazione dettagliata della seconda tappa del tour Con le frazioni a cura dell’Unità operativa Relazioni con il pubblico e progetto frazioni e foto con il vicesindaco Nicola Lodi, Cinzia Graps e Alessandra Scaramelli (Urp Progetto/Con le frazioni)
SCUOLA E AMBIENTE – Balboni: contributo nel segno della difesa ambientale . Kusiak: finanziamento di Hera che servirà ai progetti della scuola
[Digi e lode, 2.500 euro alla scuola secondaria di primo grado De Pisis per la digitalizzazione](https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=7%3dEgAXJf%26q%3dU%262%3dX6ZKb%26t%3dVHgD%26O%3dvQyJ_6xXt_G8_wugw_70_6xXt_FC2QA.0wI28h5qLrO2B.nN_6xXt_FCsI8F5Cs_OVwd_YkXGY6c_6xXt_FCiCu5o8fF-j-F3Aj-8s-MnMwP.mN1I%26i%3dG9P17F.KjN%26wP%3d6XKeC&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt)
21-10-2021
È stata la scuola secondaria di primo grado De Pisis ad aggiudicarsi il premio da 2.500 euro istituito da Hera a sostegno dei progetti di digitalizzazione negli istituti del territorio per l’anno scolastico 2020-2021, a Ferrara. “Il riconoscimento ‘Digi e lode’ – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione Dorota Kusiak – è stato consegnato oggi nella sede della scuola De Pisis che potrà così investire queste risorse in strumentazioni utili e progetti di digitalizzazione”.
“Progetti come questo – ha sottolineato l’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni – sono importanti non solo perché consentono di fornire strumentazioni di didattica digitale alle scuole, ma anche perché in questo modo i ragazzi capiscono e apprendono il valore della difesa dell’ambiente. Infatti sono soprattutto le nuove generazioni, giustamente e particolarmente sensibili a questi temi, a essere i primi ambasciatori e portatori di questi valori all’interno della famiglia, nei confronti dei genitori, dei nonni o degli altri parenti”.
La premiazione – si legge nella nota di Hera – rientra nell’ambito dell’iniziativa della multiutility Hera che ha coinvolto le scuole di Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo, per un progetto esteso ora anche a Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia e Puglia.