12 Dic 2018
Agenparl
Image default
Home » Comunicato Stampa Mostra “Olivetti makes”
Politica Interna Social Network

Comunicato Stampa Mostra “Olivetti makes”

RELAZIONI CON I MEDIA

POLITECNICO DI TORINO

Resp.
Elena Foglia Franke
, Marzia Brandolese, Silvia Brannetti

tel. +
–

Facebook:
http://www.facebook.com/politecnicotorino

Twitter: @poliTOnews

“
OLIVETTI MAKES
”

OLIVETTI IN AMERICA LATINA
:

DESIGN, INDUSTR
IA

E SOCIET
A’

Una mostra c
urata

da

Pier Paolo Peruccio

del Politecnico di Torino racconta
a Città del
Messico una parte poco nota del
l’avventura industriale di Oliv
etti

Città del Messico, ottobre

–

“
Olivetti Makes
”
, la mostra inaugurata oggi a
Città del Messico,

racconta

la dimensione concreta

de
llo
straordinario progetto di
espansione industriale
avviato dalla
s
ocietà Olivetti
in America Latina.

Una stor
ia poco conosciuta
,
che ha prodotto alcuni formidabili esempi di architetture
industriali
,

che viene ripercorsa nell’esposizione
inaugurata oggi

a
Città del Messico

al
Palacio de Bellas Artes

e che sarà visitabile fino

al gennaio
. La mostra raccon
ta
la parabola della
Olivetti Mexicana

SA,

nata nel : d
a semplice avamposto per la
vendita “porta a porta” di macchine
per
scrivere importate dall’Italia,
per superare i

problemi legati ai ritardi di consegna per
il
trasporto
difficoltoso
via mare e vi
a terra
,

l’azienda
si ristruttura e
si

amplia gradualmente
per diventare negli anni S
essanta
l
’officina per il montaggio
e la fabbricazione di esemplari
Made in Mexico.

E proprio sui processi e sugli esiti di questa vicenda imprenditoriale si consolida i
l
legame tra Italia e Messico
: fabbriche, magazzini, linee per il montaggio, ma
soprattutto grafica, pubblicità e macchine
per
scrivere portatili rivoluzionarie. Da quelle
più note e oggi simboli internazionali del design italiano, come la Lettera di Ma
rcello
Nizzoli e Giuseppe Beccio e l
a Valentine di Ettore Sottsass
–

in mostra saranno esposte la
MP1, la Lettera , la Summa , la Valentine, la Divisumma , la calcolatrice ET
Personal , la Lettera ,

la Programma , la Studio e

la Divi
summa

fino a
quelle più economiche come la Olivetti Dora o la Lettera prodotte in grande numero
per una diffusione capillare tra le famiglie e nelle scuole

proprio in America Latina
.

La mostra è curata da
Pier Paolo Peruccio
, docente del Dipartimento di

Architettura e
Design del Politecnico di Torino, con l’allestimento dall’architetto
Alessandro Colombo

ed il fondamentale contributo di
materiali

dell
’Associazione Archivio Storico Olivetti di
Ivrea
; sono partner dell’iniziativa:
la Regione Piemonte, il P
olitecnico di Torino,
l’
Ambasciata Italiana di Città del M
essico,

l’Istituto Italiano di Cultura di Città del
Messico, la Secretaria de Cultura de Mexico, l’
Associazione
Archivio Storico Olivetti,
Olivetti spa e numerosi archivi
tra cui

l’
Archivo Diseño

y
Arquitectura di Ciudad de
México e Archivo de Arquitectos Mexicanos FA

UNAM.

L
a macchina
per
scrivere è il filo rosso che lega i momenti dell’esposizione che è
composta da 3 sezioni
:

la
prima
sezione

è dedicata ai
anni della società Olivetti
con un

focus sul progetto

industriale e quello sociale: s
ono indagati gli aspetti sociali del mondo del lavoro, lo
studio di prodotti ad alto contenuto tecnologico, quello dei sistemi di grafica e
comunicazione del brand Olivetti, la progettazione degli ambienti

di lavoro, residenze e
fabbriche.

COMUNICATO STAMPA

RELAZIONI CON I MEDIA

POLITECNICO DI TORINO

Resp.
Elena Foglia Franke
, Marzia Brandolese, Silvia Brannetti

tel. +
–

Facebook:
http://www.facebook.com/politecnicotorino

Twitter: @poliTOnews

la seconda sezione esplora il
ruolo della Olivetti in America Latina
: in Argentina e in
Brasile dove si producono macchine da calcolo e macchine per scrivere professionali, e
soprattutto in Messico,
che si specializza

nella produzione di macchine portatili
destinate al mercato globale. In questa sezione uno spazio particolare è dedicato agli
anni
C
inquanta e
S
essanta, con l’avvento dei primi computer e le prime riflessioni sulla
sostenibilità ambientale e sul futuro de
l pianeta Terra. Sono gli anni dell’Elea , del
primo personal computer Programma e della pubblicazione dei primi saggi sui
“future studies”.

l
a terza sezione è dedicata al ruolo della Olivetti in occasione dei
XIX Giochi Olimpici
di Città del Me
ssico
. Nel , in occasione dei Giochi, vengono allestiti due centri
stampa nella città olimpica e all’hotel Maria Isabel, e altri
1
8

nei vari campi di gara
comprendenti stadi, arene e piste, ciascuno di essi studiato nel dettaglio dalla Olivetti,
dall’a
rredamento dei locali ai sistemi di comunicazione e trasmissione al fine di
agevolare il lavoro dei giornalisti.

Saranno presenti in

mostra
anche i
progetti delle

fabbriche
nell’area di Città del
Messico, come quello in Colonia Industrial Vallejo firmato
dall’architetto Felix Candela e
inaugurato

nel e

quello a Cuautitlan de
ll’architetto Ricardo Legorreta,
rimasto
purtrop
po solo su carta ma restituito al pubblico

attraverso i disegni e le bellissime
immagini del
modello.

Organizzato da

Con il patrocinio di

Partner

Con l’appoggio di

Related posts

AsianDevelopmentBank-2018-10-13 08:18

FBI-2018-08-29 16:58

The Guardian-2018-10-08 22:16

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More