Image default
Agenparl Italia Diritto & Giustizia Politica Interna Social Network

Comunicato stampa

(AGENPARL) – lun 14 gennaio 2019 De Pasquale (SIPPE): “basta chiacchiere sulla morte dell’agente Sissy Trovato Mazza, ora vogliamo conoscere la verità, non credo al suicidio”.

“A gran voce, solo dopo la sua morte dopo due anni di coma, il mondo politico chiede di far luce sul caso Sissy Trovato Mazza, agente di Polizia Penitenziaria ferita da un colpo d’arma da fuoco in circostanze ancora oscure”. Lo afferma il Presidente Nazionale del Sindacato Polizia Penitenziaria (SIPPE) Alessandro De Pasquale il quale, sin dall’inizio, non ha mai creduto al tentato suicidio della ragazza che ha conosciuto personalmente. Secondo De Pasquale è necessario indagare a 360 gradi sull’accaduto, dai primi istanti; le indagini devono ripartire dunque da quell’ascensore, dalle tracce rinvenute sul suo corpo, sul posto e nei luoghi immediatamente attigui, ai piani superiori di quel padiglione ospedaliero in prossimità dell’ascensore dove è stata trovata; le testimonianze delle persone che per ultime l’hanno vista negli istanti precedenti, ed il controllo delle telecamere di sorveglianza. Non sono sufficienti le condoglianze dei politici, ora occorre rimboccarsi le maniche e cercare la verità, altrimenti sarebbe una sconfitta per la giustizia Italiana; conclude De Pasquale.

Roma 14 gennaio 2019

Related posts

Iowa Is 2019’s 7th Best State to Retire – WalletHub Study

Redazione Redazione

What Astronomers are Gleaning from a Big Blast Called “Cow”

Redazione Redazione

More than 17,000 children worldwide paint a picture of human rights

Redazione Redazione

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More