29.6 C
Rome
mercoledì, Giugno 29, 2022

CDC: ll 70 percento dei detenuti completamente vaccinati hanno preso COVID-19 nel carcere del Texas

Must read

(AGENPARL) – Roma, 22 settembre 2021 – Più di due terzi dei detenuti completamente vaccinati hanno contratto il COVID-19 durante un’epidemia all’interno di una prigione del Texas, secondo uno studio dei Centers for Disease Control and Prevention ( Cdc).

Il vaccino, ha affermato il CDC , ha protetto i prigionieri dai gravi sintomi di COVID-19. Il COVID-19 è la malattia causata dal virus.

L’agenzia ha affermato che 129 su 185 detenuti completamente vaccinati hanno contratto il virus del PCC, secondo i dati raccolti dal Federal Bureau of Prisons e dal CDC nel Morbidity and Mortality Weekly Report dell’agenzia pubblicato martedì . Separatamente, dei 42 prigionieri non vaccinati, il 93 percento ha contratto il virus durante l’epidemia nella prigione segreta.

Una persona non vaccinata è morta, mentre quattro persone hanno avuto bisogno di cure ospedaliere nell’epidemia, dicono i dati. Tre dei quattro non vaccinati sono stati ricoverati in ospedale, ha detto l’agenzia.

I dati del CDC hanno mostrato che sette detenuti non vaccinati e 21 completamente vaccinati avevano precedentemente contattato un caso documentato di COVID-19. Alcuni studi hanno dimostrato che gli individui che in precedenza avevano contratto il virus del PCC sviluppano una protezione robusta e duratura contro la variante Delta.

Sulla base dei nuovi dati, il CDC ha affermato che vaccinare la maggior parte della popolazione degli Stati Uniti dovrebbe rimanere una priorità.

E l’agenzia ha affermato che “anche con alti tassi di vaccinazione, il mantenimento di strategie di prevenzione multicomponente”, come “test e mascheramento per tutte le persone e un pronto isolamento medico e quarantena per le persone incarcerate rimane fondamentale per limitare la trasmissione del virus in ambienti congregati in cui il distanziamento è impegnativo».

“Sebbene i tassi di attacco, i ricoveri e i decessi fossero più alti tra i non vaccinati rispetto ai vaccinati, la durata dei risultati dei test seriali positivi era simile per entrambi i gruppi. Il virus infettivo è stato coltivato da persone infette vaccinate e non vaccinate”, ha scritto anche il CDC.

La maggior parte dei prigionieri nella struttura erano maschi bianchi e avevano ricevuto il vaccino mRNA a due dosi di Pfizer almeno quattro mesi prima, i dati hanno mostrato.

All’inizio di questo mese, il presidente Joe Biden ha annunciato un piano radicale che avrebbe imposto ai lavoratori delle aziende con 100 o più dipendenti di sottoporsi a test COVID-19 settimanali o di vaccinarsi. Il piano prevede anche vaccinazioni per gli operatori sanitari presso le strutture finanziate da Medicaid o Medicare, nonché vaccini obbligatori per gli appaltatori federali e i dipendenti federali.

Il piano di Biden prevedeva anche l’offerta di dosi di richiamo del vaccino Pfizer e Moderna entro il 20 settembre, sebbene tali piani abbiano avuto un intoppo la scorsa settimana quando il comitato consultivo della Food and Drug Administration (FDA) ha raccomandato di non fornire il richiamo di Pfizer alla popolazione generale. Invece, il gruppo ha votato per raccomandare dosi di richiamo per gli individui di età pari o superiore a 65 anni.

Alcuni scienziati nella riunione del comitato consultivo della FDA la scorsa settimana hanno espresso preoccupazione per i possibili effetti collaterali dei booster sui giovani americani.

- Advertisement -

Correlati

- Advertisement -

Ultimi articoli