(AGENPARL) – CASTEL GIORGIO (TR), gio 06 maggio 2021
Premesso che
l’emergenza epidemiologica internazionale causata dal COVID-19 ha comportato la sospensione di un considerevole numero di attività commerciali ed industriali e risulta sensibilmente aumentata la platea di nuclei familiari in difficoltà che non riescono ad acquistare alimenti e beni di prima necessità;
Visto
il decreto legge 23 novembre 2020, n. 154 (cd. Decreto Ristori ter) che all’art. 2 prevede ulteriori misure urgenti di solidarietà alimentare, determinate in un importo complessivo di Euro 400 milioni in favore dei Comuni, e rinvia alla Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29.03.2020;
Vista
l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020, con la quale, in relazione alla situazione economica determinatasi per effetto delle conseguenze dell’emergenza COVID-19 e per venire incontro alle esigenze indifferibili di quei nuclei familiari in difficoltà, viene disposto la distribuzione ed il pagamento di un importo complessivo di €. 400.000.000,00 in favore dei Comuni, da impiegare nell’acquisizione di buoni spesa da utilizzare per l’acquisto di generi alimentari presso esercizi commerciali contenuti in un elenco pubblicato da ciascun Comune sul proprio sito istituzionale;
Dato atto
che la platea dei destinatari ed il valore del relativo contributo viene individuato, ai sensi di quanto disposto all’art. 2, comma 6, della citata Ordinanza, dall’ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune;
 
L’Amministrazione Comunale di Castel Giorgio
intende avviare una procedura di manifestazione di interesse per individuare gli operatori economici interessati ad aderire all’iniziativa prevista di erogazione di “buoni spesa” rivolti ai nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e a quelli in stato di bisogno, sotto forma di buoni spesa spendibili per l’acquisto di generi alimentari e generi di prima necessità presso esercizi commerciali con sede a Castel Giorgio (TR). Non possono essere acquistate bevande alcoliche o superalcoliche.
A mezzo del presente avviso si intende costituire un elenco di esercizi commerciali di prodotti alimentari e generi di prima necessità interessati ad accettare i buoni spesa per l’acquisto presso i propri punti vendita. A tal scopo gli esercizi commerciali operanti nel Comune di Castel Giorgio (TR) sono invitati a manifestare il proprio interesse ad aderire alla iniziativa in oggetto.
Non è possibile predeterminare l’importo per ciascun esercizio commerciale aderente, perché la scelta ricadrà direttamente sui singoli beneficiari. Saranno ammessi tutti gli esercizi commerciali con attività nei settori di pertinenza dell’Ordinanza 658/2020 che presenteranno domanda nei termini e con le modalità più sotto indicati. Il Comune provvederà a pubblicare sul proprio sito internet istituzionale ed all’Albo Pretorio l’elenco degli operatori economici che hanno manifestato il proprio interesse ai sensi del presente Avviso.
I buoni spesa sono da utilizzare per la spesa di generi alimentari e di prima necessità e saranno rilasciati ai soggetti individuati dall’Amministrazione conformemente a quanto previsto dall’Ordinanza n. 658 del 29 marzo 2020 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile. I buoni spesa legittimeranno il loro possessore all’acquisto di prodotti presso uno o più esercizi convenzionati.
Si invitano i soggetti interessati
all’inserimento nell’elenco comunale degli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e/o prodotti di prima necessità da parte di nuclei familiari in difficoltà, a fornire la propria adesione attraverso apposita manifestazione di interesse da inviare, in carta semplice (utilizzando il modello allegato), al seguente indirizzo <a
Ciascun esercente che aderirà alla presente manifestazione di interesse dovrà ritirare i buoni spesa dai beneficiari. Con cadenza mensile l’esercente trasmette al Comune i buoni spesa ritirati ed emette fattura elettronica di eguale ammontare, specificando il numero identificativo dei buoni spesa. L’Ente provvede alla liquidazione della fattura emessa entro trenta giorni dal ricevimento della fattura. Gli esercizi commerciali dovranno altresì conservare le ricevute di consegna ai beneficiari dei buoni spesa e riconsegnare la copia per il Comune, per gli opportuni riscontri.
Allegati

Fonte/Source: http://www.comune.castelgiorgio.tr.it/po/mostra_news.php?tags=&area=H&id=328