Agenparl

La Norvegia rende Babbo Natale gay per la promozione della pubblicità del servizio postale? (Video)

(AGENPARL) – Roma, 26 novembre 2021 – Il servizio postale norvegese Posten ha pubblicato un video natalizio annuale in cui Babbo Natale si innamora di un altro uomo per celebrare il 50° anniversario della depenalizzazione dell’omosessualità in Norvegia.

Il video, intitolato “When Harry Met Santa”, è un cortometraggio di quattro minuti in cui il personaggio principale interagisce più volte con Babbo Natale, prima di scrivergli una lettera in cui afferma: “Caro Babbo Natale, tutto ciò che voglio per Natale sei tu”.

Mentre Babbo Natale arriva di nuovo a casa, rivelando di aver impiegato un aiuto extra – l’ufficio postale – con la consegna dei regali per trascorrere più tempo con Harry. Dopo essersi guardati brevemente l’un l’altro, i due si abbracciano e si baciano.

Il video si conclude affermando che nel 2022 la Norvegia segnerà il 50° anniversario di “poter amare chi vogliamo”.

Monica Solberg, direttore marketing di Posten, ha parlato dell’annuncio al sito web di notizie LGBTQ Nation, dicendo: “È stato un anno buio per tutti: una pandemia globale, codice rosso per il nostro pianeta, crisi dei rifugiati e altro ancora”.

“Forse quello di cui abbiamo bisogno quest’anno è una storia d’amore calda e sincera? Una celebrazione del fatto che possiamo amare chi vogliamo in Norvegia, nonostante tutto il male che accade nel mondo”, ha aggiunto.

“Posten è un luogo di lavoro inclusivo con una grande diversità e vorremmo celebrare il 50° anniversario con questa bella storia d’amore. Nella campagna dell’anno scorso, Babbo Natale era arrabbiato con il Norway Post, che gli ha tolto il “business” – quest’anno, Babbo Natale è felice che il Norway Post possa dargli un po’ di sollievo, in modo che possa stare con la persona che ama “, ha detto Solberg.

Il quotidiano britannico di sinistra The Guardian , ha definito il video “commovente”, riportando che altri avevano etichettato l’annuncio come “potente” e “progressivo”.

Alcuni hanno criticato l’annuncio, tuttavia, incluso il cantante inglese Steve Brookstein che ha commentato su Twitter: “La Norvegia che fa di Babbo Natale un omosessuale nascosto tradire la signora Claus è la peggiore idea di Natale… MAI!”

https://twitter.com/stevebrookstein/status/1463530246385328131?s=20

L’annuncio non è la prima volta che l’agenda LGBT è stata spinta a far parte delle vacanze di Natale negli ultimi anni. Nel 2019, Netflix ha pubblicato uno speciale di Natale che ritrae Gesù Cristo come un uomo gay, portando a oltre due milioni di firme in segno di protesta, costringendo il servizio di streaming a ritirare il programma.

L’anno scorso, la rete via cavo americana Lifetime ha annunciato che avrebbe rilasciato il suo primo film di Natale con una coppia gay come protagonista, con Amy Winter, vicepresidente esecutivo e responsabile della programmazione, che affermava: “Il mondo che creiamo davanti alla telecamera dovrebbe riflettere il mondo in cui viviamo.”

Exit mobile version