Agenparl

Usa: 4,4 milioni di persone hanno lasciato il lavoro

Joe Biden

(AGENPARL) – Roma, 12 novembre 2021 – Gli americani hanno lasciato il lavoro a un ritmo record per il secondo mese consecutivo a settembre, mentre le imprese e altri datori di lavoro hanno registrato un numero quasi record di posti di lavoro disponibili.

Il Dipartimento del Lavoro ha dichiarato venerdì che 4,4 milioni di persone hanno lasciato il lavoro quel mese, ovvero circa il 3% della forza lavoro nazionale. È aumentato rispetto ai 4,3 milioni di agosto . Ci sono stati 10,4 milioni di posti di lavoro aperti, in calo rispetto ai 10,6 milioni di agosto, che è stato rivisto al rialzo.

Le cifre indicano un livello storico di tumulto nel mercato del lavoro poiché i lavoratori neo-incaricati lasciano il lavoro per ricevere una paga più alta che viene appesa da datori di lavoro sempre più disperati che hanno bisogno di aiuto. I redditi sono in aumento, gli americani spendono di più e l’economia è in crescita e i datori di lavoro hanno aumentato le assunzioni per mantenere il ritmo. L’aumento dell’inflazione, tuttavia, sta compensando gran parte dei guadagni salariali per i lavoratori.

È generalmente percepito come un segnale di fiducia dei lavoratori quando le persone iniziano a lasciare il lavoro che ricoprono. La stragrande maggioranza delle persone si è dimessa per una nuova posizione.

La concorrenza per i lavoratori è particolarmente intensa per i rivenditori e le società di consegna, in particolare perché il personale è pronto per quella che dovrebbe essere una sana stagione di acquisti per le vacanze invernali.

Il gigante online Amazon sta assumendo 125.000 autisti permanenti e magazzinieri e offre una paga tra $ 18 e $ 22 l’ora. Sta anche pagando bonus di iscrizione fino a $ 3.000.

Aumentano anche le assunzioni stagionali. La società di consegna pacchi UPS sta cercando di aggiungere 100.000 lavoratori per aiutare con la ressa degli ordini festivi e prevede di fare offerte di lavoro ad alcuni candidati entro 30 minuti .

Nella trasmissione di giovedì di ” OutFront ” della CNN, il professore di economia della Johns Hopkins University, Steve Hanke, ha respinto le affermazioni “assoluta spazzatura” secondo cui il disegno di legge di riconciliazione Build Back Better aiuterà con l’inflazione e ha affermato che anche se non fosse stato investito più denaro nell’economia, “noi avrebbe ancora un grosso problema di inflazione che durerà fino al 2024”.

Hanke ha detto: “Questa è una totale sciocchezza quello che hai appena suonato. L’inflazione è sempre un fenomeno monetario. È quanto denaro sta creando la Federal Reserve e il sistema bancario commerciale. E hanno così tanti soldi in eccesso nella vasca da bagno in questo momento che qualunque cosa facciano, se tagliassero completamente il rubinetto e non mettessero nulla, avremmo ancora un grosso problema di inflazione che durerà fino 2024.”

Exit mobile version