Agenparl

Il mondo nel 2030, Editoriale: Veicoli elettrici e solare, picco di consumo carne

mondo

(AGENPARL) – Roma, 18 ottobre 2021 – Secondo i Principi per l’investimento responsabile, i prossimi cinque anni vedranno cambiamenti molto “ampi” nelle politiche governative nei settori dell’energia, dei trasporti e dell’alimentare.

Si prevede Un’impennata nell’adozione di veicoli elettrici, il picco del consumo di carne e un sostanziale aumento della produzione di energia eolica e solare saranno tra le caratteristiche distintive del 2030, secondo un nuovo rapporto di un ente sostenuto dalle Nazioni Unite.

Secondo i Principi per l’Investimento Responsabile, i prossimi cinque anni vedranno cambiamenti “travolgenti” nelle politiche governative nei settori dell’energia, dei trasporti e alimentare che porterebbero al picco del consumo di carne entro il 2030 e un maggiore assorbimento di emissioni di anidride carbonica da parte del suolo, come riferisce un rapporti di Reuters.

Tutto ciò porterebbe il mondo sulla buona strada per mantenere le temperature globali in aumento di non più di 2 gradi Celsius rispetto ai livelli dell’era preindustriale. L’obiettivo più ambizioso di mantenere le temperature in aumento di non più di 1,5 gradi Celsius rispetto ai tempi preindustriali richiederebbe più azione politica, afferma anche il rapporto.«”BlackRock ritiene che il rischio climatico sia un rischio di investimento e la valutazione del rischio climatico sulla via dell’azzeramento netto richiede scenari credibili che delineino non solo ciò che è possibile ma anche ciò che è probabile”, ha affermato Ashley Schulten, capo di ESG Investment, Global Fixed Income di BlackRock.

BlackRock è tra i partner strategici di Inevitable Policy Response, la divisione di previsioni climatiche dei Principles for Responsible Investment.

«Le previsioni politiche dettagliate in questo lavoro aiutano il mercato a concettualizzare i cambiamenti chiave che potrebbero verificarsi nei sistemi energetici e terrestri in tutto il mondo se si verifica l’accelerazione prevista della politica climatica», ha affermato anche Schulten, come citato da Reuters.

Lo scenario di 1,5 gradi sarà molto più difficile da raggiungere, secondo gli autori del rapporto. Richiederebbe la quasi completa eliminazione globale dei veicoli con motore a combustione interna entro il 2040, la fine del carbone entro il 2035 e la generazione di energia pulita al 100% entro il 2045.

Anche lo “Scenario di previsione” che gli autori vedono come molto probabile sarà impegnativo alla luce dell’attuale domanda di energia e delle tendenze dell’offerta.

«I cambiamenti della politica del governo che attaccano il riscaldamento globale potrebbero portare a veicoli a emissioni zero che comprendono circa il 30% di tutti i veicoli in circolazione entro il 2030, e l’eolico e il solare forniscono il 30% della produzione globale di energia, triplicando i livelli di corrente. previsioni per lunedì», scrive Reuters.

«Anche i rapidi cambiamenti nei sistemi alimentari e di utilizzo del suolo giocherebbero un “ruolo critico” con il consumo di “picco di carne” intorno al 2030, aiutando la terra del pianeta ad assorbire più carbonio entro 30 anni, afferma il rapporto dei Principi per gli investimenti responsabili sostenuti dalle Nazioni Unite, un organismo leader per gli investimenti sostenibili».

«Descrivendo ciò che sarebbe necessario per mantenere il risultato di 1,5 C, il rapporto affermava nel suo “Scenario politico richiesto” che il mondo avrebbe bisogno di porre fine alla deforestazione, idealmente entro il 2025; fermare completamente la combustione continua del carbone entro il 2035; ed eliminare gradualmente le nuove auto alimentate a combustibili fossili in quasi tutti i mercati entro il 2040, raggiungendo il 100% di energia pulita a livello globale entro il 2045».

«Il divario tra le previsioni e gli scenari richiesti significa che “aziende, investitori e governi impegnati a raggiungere lo zero netto entro il 2050 devono accelerare i loro sforzi ora più che mai”, ha affermato Alex Bernhardt, Global Head of Sustainability Research presso BNP Paribas Asset Management».

«Questo è il messaggio chiave della COP26″.»

Insomma i veicoli a zero emissioni, energia eolica e solare dovrebbero decollare secondo questo rapporto.

Come sarà il mondo nel 2030? Sarà migliore di quello attuale?

«Sii il cambiamento che vorresti vedere avvenire nel mondo» come diceva Mahatma Gandhi ma soprattutto il mondo è un bel posto ed è proprio per questo che vale la pena di lottare per renderlo migliore.

Exit mobile version