Agenparl

Australia, Gladys Berejiklian (NSW): «Sulla buona strada per raggiungere il traguardo del 70% della doppia dose che consentirà allo stato di riaprire».E in Italia cosa accadrà? Altro giro altra corsa?

Gladys Berejiklian

(AGENPARL) – Roma, 09 settembre 2021 – Come è noto, le stagioni australiane sono opposte a quelle dell’emisfero settentrionale. Da dicembre a febbraio è estate; da marzo a maggio è autunno; da giugno ad agosto è inverno; da settembre a novembre è primavera. Quindi è interessante capire come si sta procedendo l’Australia nella lotto al Coronavirus in quanto è una nazione che è ‘avanti’ con le stagioni.

Il governo del New South Wales (Nuovo Galles del Sud – NSW) in Australia ha annunciato che i residenti completamente vaccinati di Sydney e delle regioni circostanti inizieranno a recuperare le loro libertà una volta che il 70 percento della popolazione dello stato sarà vaccinato, il che è previsto per ottobre.

Il premier dello stato del NSW Gladys Berejiklian ha annunciato la tabella di marcia che vedrebbe la progressione dello stato fuori dal blocco, in corso dalla fine di giugno per contenere un focolaio della variante Delta del virus cinese meglio noto con il nome di coronavirus.

«Abbiamo anche ricevuto input dai nostri esperti di salute e dalle parti interessate per assicurarci che quando inizieremo a riaprire, sia al 70% della doppia dose, che sia fatto in modo sicuro”, ha detto il premier ai giornalisti il ​​9 settembre, osservando che il le “libertà” sarebbero state concesse il primo lunedì successivo al raggiungimento dell’obiettivo.

«Ed è solo per le persone che sono vaccinate. Quindi, sei stato avvertito, se non sei vaccinato, fatti avanti e prendi il vaccino, altrimenti non sarai in grado di partecipare alle molte libertà che le persone hanno con una vaccinazione del 70% “, ha aggiunto.

Il premier ha affermato che una volta vaccinato l’80% della popolazione, saranno disponibili più libertà in occasione di grandi eventi, viaggi internazionali e sport di comunità.

Le libertà da aprire una volta raggiunto l’obiettivo del 70% includevono l’apertura di negozi al dettaglio, parrucchieri e palestre, tuttavia, saranno accessibili solo a coloro che hanno ricevuto due dosi del vaccino.

Il direttore sanitario Dr. Kerry Chant ha affermato che le autorità sanitarie del NSW dovrebbero migliorare le misure di tracciabilità dei contratti per stare al passo con le modifiche alle restrizioni COVID-19.

«Dovremo lavorare su un certo numero di queste cose e riprogettare le nostre politiche di tracciamento e isolamento dei test in futuro», ha affermato.

Il primo ministro Scott Morrison ha accolto con favore la tabella di marcia del NSW affermando che il piano mantiene l’accordo fatto con il popolo australiano, come stabilito dal piano concordato dal governo nazionale.

«Questo piano mantiene l’accordo, mantiene la fede, con il popolo dell’Australia e il popolo del Nuovo Galles del Sud stabiliti nel piano nazionale», ha detto ai giornalisti.«Questo piano supporta le iniziative che sono guidate dal processo di apertura sicuro sottoscritto dal modello Doherty e supportato dal piano nazionale».

Alla fine di luglio, il Gabinetto nazionale, un organismo intergovernativo che coinvolge il primo ministro e i leader statali e territoriali, ha concordato una tabella di marcia per la vaccinazione in quattro fasi basata sui modelli del Doherty Institute.

I governi federali e statali stanno riponendo le loro speranze nel miglioramento dei tassi di vaccinazione per controllare l’epidemia e allontanarsi dal fare affidamento su dure misure e restrizioni di blocco.

Il paese è attualmente nella fase A del piano, per accelerare i tassi di vaccinazione.

Una volta che il 70 percento della popolazione del paese è stato vaccinato, viene attivata la fase B, che dovrebbe vedere gli ordini di soggiorno a casa e le restrizioni in gran parte rimossi in tutto il paese.

All’80% torneranno i viaggi internazionali.

L’ultimo annuncio del governo del NSW arriva dopo che il malcontento pubblico per i blocchi prolungati ha iniziato a diffondersi, con un aumento delle attività di protesta e delle petizioni contro le restrizioni imposte dal governo e i mandati di vaccini o passaporti.

La roadmap del NSW include quanto segue:

INCONTRI IN CASA E NEGLI SPAZI PUBBLICI

LUOGHI DI OSPITALITÀ, NEGOZI E PALESTRE

STADI, TEATRI E PRINCIPALI STRUTTURE RICREATIVE ALL’APERTO

MATRIMONI, FUNERALI E LUOGHI DI CULTO

VIAGGIARE

MASCHERE

SCUOLE

E in Italia cosa accadrà? Altro giro altra corsa?

Exit mobile version