Agenparl

Europa, Meloni: sottoscritta carta dei valori, per contrastare una sorta di “pensiero unico”

(AGENPARL) – Roma, 02 lug 2021 – Si è aperta da alcuni giorni la Conferenza sul Futuro dell’Europa. è un appuntamento fortemente voluto dalle forze che si autoproclamano “europeiste” per spingere verso una sempre maggiore cessione di sovranità dagli Stati nazionali a un super-Stato burocratico europeo sostanzialmente privo di rappresentanza democratica. Per legittimare questa proposta politica come l’unica via possibile per riformare l’Europa, vengono chiamati a raccolta presunti rappresentanti dei cittadini e della società civile, scelti non si sa bene da chi e non si bene in base a quali criteri.
Tutti uniti nel sostenere una sorta di “pensiero unico” centralista che punta a minare definitivamente i principi di sussidiarietà e di pluralismo solennemente sanciti dai Trattati, a sostituire il principio del consenso e della leale cooperazione tra gli Stati membri con la dittatura della maggioranza che si impone sulle specificità nazionali, a imporre un’agenda globalista e politicamente corretta che attacca tutto ciò che ci caratterizza e ci definisce come esseri umani e come popoli: identità, famiglia, confini, libertà educativa, merito, responsabilità.
Da queste considerazioni, condivise con i leader di altri importanti partiti nazionali, è nato un “Appello per il Futuro dell’Europa”, che vuole dare voce a chi non si riconosce in questo pensiero unico, pur nel rispetto delle attuali famiglie politiche alle quali ciascuno di noi appartiene. Fratelli d’Italia è infatti pilastro fondamentale della famiglia dei Conservatori e Riformisti Europei, il cui Gruppo parlamentare da mesi si è dimostrato il più attivo nel contrastare questa deriva promuovendo conferenze itineranti in tutta Europa, denunciando i rischi di questo progetto e proponendo una visione alternativa d’Europa. L’Appello di oggi coglie il senso più profondo di questo lavoro e sono felice di sottoscriverlo pubblicamente.

Exit mobile version