Agenparl

Decreto Calabria, Magorno (IV): sindaci umiliati, voterò no (4)

CATANZARO “Quella straordinaria donna, è una calabrese – ha affermato ancora Magorno – è Marianna Presta, mia madre, interprete autentica dei veri valori e dei più alti ideali della tradizione socialista, che incarna nella propria storia, la politica autentica, quella che mette al centro la persona e l’amore per la polis. La politica, in cui mi riconosco, a cui sono fiero di  appartenere, con cui ho sempre operato, con cui sto svolgendo la mia attività di parlamentare e con cui amministro da sindaco”. “Ma se, come sembrerebbe, la politica sta diventando tutt’altra cosa – ha concluso il senatore di Italia Viva – con l’amarezza di chi ha creduto e crede nel valore delle istituzioni, con la responsabilità civile e morale che appartiene alla mia cultura e coerenza di politico, di cittadino, di uomo libero e democratico, valuterò il mio ritiro dalla attività politica al termine della Legislatura Parlamentare e del mio mandato da sindaco”. (News&Com)

Exit mobile version