Agenparl

FRASCATI, “NO TASSATIVO AGLI STEWARD” DA MIRKO FIASCO E AREA CENTRO DESTRA, “CHIEDIAMO SICUREZZA REALE”

Conferenza Stampa Fiasco

(AGENPARL) – Frascati, 29 Set 2020 – Una conferenza stampa del Consigliere Comunale di Frascati Mirko Fiasco, Frascati Futura ed Area Centro Destra che non lascia dubbi: “40 mila € per degli assistenti chiamati steward, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, con il compito di redarguire chi non indossa la mascherina, non risponde alle esigenze di Frascati – tuona il Consigliere – né sotto il profilo contabile, né per gli aspetti legati ai bisogni reali”.

A moderare la conferenza il Direttore della testata “Il Mamilio”, Marco Caroni, che introduce sottolineando come la questione sicurezza sia dirimente per la città tuscolana non solo per gli aspetti importanti legati all’ordine pubblico ma anche dal punto di vista politico.

Apprendiamo che, dopo una rapina a mano armata, diverse risse nel fine settimana e scippi in pieno giorno, il Sindaco ha interessato il Prefetto perché organizzi un sistema di sicurezza territoriale adeguato alle necessità. Polizia Locale, Carabinieri e Polizia di Stato per il controllo e presidio del territorio anche dopo le ore 20, sono stati gli interventi messi in campo.

“Apprezzabile – prosegue Fiasco – ma tardivo e non sufficiente. Frascati non ha bisogno di steward ma di lavori di riparazione degli impianti delle telecamere di sorveglianza, di reperire risorse per la Polizia Locale che estenda la propria presenza sino alle 2 di notte. Invece l’Amministrazione Comunale preferisce depauperare con insignificanti e vacue iniziative risorse preziose”.

Tutti gli episodi di violenza legati alla movida delle città, in particolare per tutte quelle città che rappresentano il centro di aggregazione verso cui si affluisce da zone limitrofe, non esclusa la periferia di Roma, sicuramente vedono nei Sindaci gli interlocutori più prossimi ma certamente per poteri, mezzi ed organizzazione, non sono i risolutori di dinamiche di portata assai maggiore.

“La famiglia, le parrocchie, la scuola – incalza Laura Crisanti – sono i nuclei essenziali in cui educare i ragazzi futuri adulti. Il fenomeno incontrollato della violenza ha radici nella mancanza di educazione civica, ma le autorità devono tener conto che a Frascati si riversano molte persone da più parti e vi è la necessità di organizzare un piano ben strutturato ed impiegare le risorse per delle condizioni di stabilità e non polverizzarle per gli steward”.

Anna Delle Chiaie pone l’accento sulla gestione del presente più che ipotizzare assetti futuribili e sottoposte a condizioni potestative. “Non possiamo fingere che, oltre la poesia, del doman non v’è certezza. Non sappiamo se ci sarà un nuovo lockdown o come sarà gestita la vicenda Covid-19 nei prossimi mesi. Pertanto, le risposte che provengono dal Comune circa l’impiego degli assistenti in vista del mercatino di Natale non sono plausibili e non sono convincenti. Il coronavirus ha rimodulato la vita di tutti tranne che per l’Amministrazione Comunale di Frascati”.

Gli aspetti trattati hanno posto in evidenza che le articolazioni territoriali dello Stato, gli Enti Locali, hanno sempre molteplici possibilità di scelta nell’amministrare i territori. Due, però, rimangono le culture di riferimento: quella che pretende di stabilire cosa sia buono e giusto, assistendo l’individuo dalla culla alla bara considerandolo come parte di una massa informe ed imponendogli la baby sitter  e quella liberale che, al contrario, vede nell’individuo il centro delle libertà e delle responsabilità.

La non scritta Costituzione Inglese che si basa, comunque, su principi fortemente incentrati sulle libertà individuali (sebbene ultimamente sembri aver virato verso pratiche di compressione delle libertà tipiche delle visioni socialiste), stabilisce “the individual can do anything but what is forbidden by the law. The State may do nothing but that which is authorised by the law”.

Exit mobile version